[Recensione/Review] Vostok Amfibia Reef 080502: tra scogliere e coralli russi

Orologeria di ogni tipo ed epoca da tutti i paesi dell'est europeo
Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6906
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

[Recensione/Review] Vostok Amfibia Reef 080502: tra scogliere e coralli russi

Messaggio da DaniLao » 21 giu 2015, 17:33

Salve a tutti,
oggi vi voglio parlare di un altro orologio del quale si legge poco in rete o sui vari forum ma che secondo me vale la pena di essere presentato.

Premetto fin da subito che anche questo come il Lunokhod 1 viewtopic.php?f=4&t=71 fa parte della produzione moderna; non credo che esista ancora qualcuno che la schifi a priori ma se così fosse dopo questa premessa si può passare a leggere direttamente le conclusioni.

E dunque, di che parliamo?
Di lui:

Immagine

E' un Amfibia Reef e il nome riassume diverse delle sue caratteristiche tecniche oltreché estetiche.

Cominciamo proprio da quest'ultime... Per chi si ostinasse a conoscere soltanto la lingua del Paese dei Soviet o non fosse aduso a quella della perfida Albione spieghiamo che 'reef' più o meno vuol dire scogliera, nel nostro caso (come in quello della più nota e australiana) trattasi di scogliera corallina:

Immagine

Il quadrante dell'orologio -arioso e non eccessivamente affollato- è infatti di un blu profondo e cangiante (in realtà un po' più chiaro di come rendono le foto) dal quale fa capolino sotto ore 12 la scritta Amfibia (già, non Amphibia o Amphibian ma proprio Amfibia) in arancio come il corallo. Tale dicitura, nello stesso modo di “Automatic” e “200M” sopra ore 6, sono in grazioso rilievo.
Gli indici bianchi (e applicati) sono rotondi, come leggeri spruzzi di spuma che si sollevano dal blu del quadrante come risacca spumosa.
Le sfere sono di forma particolare, quella dei secondi è dello stesso arancio-corallo-intenso delle scritte ed ha un grazioso punto luminoso che fa un ottimo effetto insieme agli indici.

Immagine

La lunetta è dello stesso blu del quadrante più metallico (e da l'idea di essere piuttosto delicata in quanto a colorazione), è presente un punto luminoso a ore 12.
I numeri per le decine sono belli grandi, e l'effetto con gli indici piccoli e in rilievo risulta -ovvio, sempre a mio parere- una scelta azzeccata

Immagine

La corona riporta il logo Amfibia con le onde

Immagine

E avvitata continua a sporgere di un paio di millimetri dalla sede (sarà pericoloso per la sua resistenza all'acqua o sarà un'altra geniale trovata degli ingegneri sovietici? Ai tecnici l'ardua sentenza...)

Immagine

Il fondello è anche lui decorato dalla scritta Amfibia, riporta che è resistente a 200 metri e c'è anche una gloriosa dicitura “Vostok Watch Markers Inc.”

Immagine

Il bracciale -stainless steel- è satinato e di buona qualità (AKA non strappa nemmeno i peli) ed è dotato di chiusura di sicurezza. I finali sono pieni e ci sono 7 maglie rimovibili per adattarlo al polso

Immagine

Anche in questo caso la fibbia riporta l'immancabile logo Amfibia

Immagine

Dal punto di vista tecnico possiamo dire che il movimento è Vostok 2416B (ovviamente automatico...) con 31 rubini e una riserva di carica (sulla carta) dello stesso numero di ore. Che è resistente a 200 metri l'abbiamo già detto (altrimento che Amfibia sarebbe....).
Gli indici e le sfere sono SuperLuminovate, ha un cristallo minerale e -per finire- il diametro è di 42mm per uno spessore di 14,5mm ed un peso consistente di circa 170 grammi

Immagine

Il Reef ha due fratelli: una simpaticissima versione arancio full-lume che è la seguente (ed è più difficile da scovare tra i fondali anche di quella blu)

Immagine

Immagine

ed una versione nera (che fino al momento di scrivere questo post vi confesso che ignoravo)

Immagine

Immagine

(foto dalla rete)

Arancio e nero mi sembrano però molto meno equilibrati e azzeccati della versione blu.

Concludendo...
Beh, io ne sono piuttosto soddisfatto e non ne potrei certo parlare male. L'ho cercato (o aspettato?) per un bel po' di tempo finché non ne è comparso uno e a prezzo decente. Il mio non ha istruzioni e/o scatola originale ma pazienza, il venditore ex sovietico me lo ha inviato in una bella scatoletta di legno che è a misura ed è pure piuttosto dignitosa :-)

Trovo l'effetto generale al polso molto equilibrato, sobrio ma con un po' della grinta che non guasta (la scogliera corallina che fa capolino dal bel blé del quadrante...)
Qualcuno l'ha chiamato Subarinevic per un certo presunto citazionismo nei confronti dello stile submariner, buh, che dire, può essere, a mio parere però questa associazione di elementi e colori unita alle forme sinuose di cassa e bracciale lo rendono un orologio di discreto carattere che si lascia portare al polso ben volentieri in diverse occasioni o con diversi look.

Vi ho tediati abbastanza? Credo di sì...
Dunque per finire davvero vi lascio con un ultima foto e senza altre parole (per ora) da aggiungere

Immagine
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
mchap
moderatore
moderatore
Messaggi: 2607
Iscritto il: 12 mag 2015, 8:09

Re: Vostok Amfibia Reef: tra scogliere e coralli russi

Messaggio da mchap » 21 giu 2015, 17:39

Prima di dire "Orroreeeee" aspetto di vedere fot1, foto2, foto3,... :lol:

Edit.

Adesso si vedono! boh, che dire, a me ne piacciono ne non-piacciono, sono fatti con una certa discrezione ma allo stesso tempo "freddi". Gusti.
Ma quanto costano effettivamente orologi del genere?
E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (P. Neruda)

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6906
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Vostok Amfibia Reef: tra scogliere e coralli russi

Messaggio da DaniLao » 21 giu 2015, 17:53

Ecco, Antonio, m'ero incasinato (come al solito) ma ora c'è tutto ;-)

Questi li vendeva il solito noto (pur non essendo farina del suo sacco ma dirattamente roba Vostok da quel che ho capito) a 192 dollari.
Magari tanto per noi amici degli orologi russi ma credo davvero non un gran che per un 200m moderno con le caratteristiche di questo (nel senso che ci prendi un Diesel o un CK con quella cifra o de' sudiciumai del genere...)
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
Cane
senior
senior
Messaggi: 4603
Iscritto il: 17 mag 2015, 21:02
Località: Cecina

Re: Vostok Amfibia Reef: tra scogliere e coralli russi

Messaggio da Cane » 21 giu 2015, 18:07

DaniLao ha scritto:...sotto ore 12 la scritta Amfibia (già, non Amphibia o Amphibian ma proprio Amfibia) in arancio come il corallo.

Il Reef .....
Amfibia e' bello... il medesimo significato ma in malese, paese col mare ricco del corallo arancio a cui si ispira... ;)

Reff e' invece il solito inglesaccio... :(

Complimenti per la bella presentazione... :D

Fossi una casa ti assumerei a farmi le brochure... :guru:
Paolo ... "LA MEMORIA NON E' ADORARE LE CENERI, MA TENERE VIVO IL FUOCO" ( J.Brahms).

zvezda
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 1402
Iscritto il: 9 mag 2015, 22:44
Località: Roma

Re: Vostok Amfibia Reef: tra scogliere e coralli russi

Messaggio da zvezda » 21 giu 2015, 19:43

Recensione avvincente, come quella del Lunokhod :ok:
La tua ricca panoramica mostra tutti modelli ugualmente piacevoli e solleva, pur con grande tatto, alcuni dubbi sulle reali caratteristiche offerte.
Dubbi più che legittimi, a mio avviso. Se, poniamo, non riesce a raggiungere le già scarsissime 31 ore di riserva di marcia dichiarate, come ci si può fidare dei 200m? Qui non parliamo di vintage, è un orologio nuovo.
Capisco che nel marketing i numeri contano, ma a me sarebbe stato simpatico anche con meno ore e meno metri.

Avatar utente
Cane
senior
senior
Messaggi: 4603
Iscritto il: 17 mag 2015, 21:02
Località: Cecina

Re: Vostok Amfibia Reef: tra scogliere e coralli russi

Messaggio da Cane » 21 giu 2015, 19:57

zvezda ha scritto:Capisco che nel marketing i numeri contano, ma a me sarebbe stato simpatico anche con meno ore e meno metri.
Ormai la gente va in ufficio (neanche sa nuotare) col 1000m e la valvola dell'elio... :lol:
Paolo ... "LA MEMORIA NON E' ADORARE LE CENERI, MA TENERE VIVO IL FUOCO" ( J.Brahms).

cpc
senior
senior
Messaggi: 1127
Iscritto il: 18 mag 2015, 17:55
Località: Osimo

Re: Vostok Amfibia Reef: tra scogliere e coralli russi

Messaggio da cpc » 21 giu 2015, 21:34

Ho gia' avuto modo di esprimere in passato il mio apprezzamento per questo orologio e lo confermo: e' moderno ma sobrio e piacevole senza le cadute di stile di molti russi moderni! in più ha, dal punto di vista del movimento, un legame con la produzione classica sovietica.

Avatar utente
cuoccimix
moderatore
moderatore
Messaggi: 2058
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:29

Re: Vostok Amfibia Reef: tra scogliere e coralli russi

Messaggio da cuoccimix » 21 giu 2015, 22:12

Io ci ho questo:

Immagine

E' una mia vecchissima foto (2006 o 2007) che ho trovato su un sito spagnolo...fatta con la vecchia fotocamera Sony DSC che mi fu regalata ben 12 anni fa, era grossa quanto una macchian fotografica normale, forse persino più pesante...beh, che dire, trovare la foto su Google mi torna comodo perchè son pigro. Terribilmente pigro :mrgreen:

L'ho usato poco o niente negli anni, ma a forza di stare schiacciato nella scatola il passante del cinturino si è rotto, l'ho riparato con un metodo da carrozzeria di Trabant (un pezzo di carta leggera impregnata con cianoacrilato, diventa duro e aderente come vetroresina) che ad oggi va ancora. Lo presi perchè lo ritenevo il più personale della linea Amfibia "con la F", e difatti aveva una curiosa caratteristica: con quelle due corone, non t'accorgevi se lo avevi indossato alla rovescia o meno. Senza contare il datario praticamente impossibile da regolare, ma quello è un classico Vostok.

Il Reef, allora, mi sembrava il solito Submariner-like, ma , a posteriori, non è che un Pobeda vintage si fregi di chissà quali caratteristiche...molti orologi di allora (spesso falliti commercialmente) che cercavano di adeguarsi alla produzione occidentale, ritrovano oggi la giusta considerazione. E devo dire che il nero ha qualcosa in più...sembra meno Rolex e più imparentato con gli Amphibia ghiera nera....Comunque per me pollice alzato :king:

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6906
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Vostok Amfibia Reef: tra scogliere e coralli russi

Messaggio da DaniLao » 21 giu 2015, 22:27

@Cane, persin troppo gentile (se conosci qualcuno che ha da essere brochurato lo sistemiamo noi...) :-)
@Zvedva, secondo me costa, è fatto, e deve fare, le stesse cose d'un Seiko Monster (del quale mi pare condivida più o meno il peso). Un po' di futuro insomma, non inguardabile come certe cose che vengon fuori dall'attuale Vostok o dai cugini Luch moderni...
@Cpc, come sopra, e in più è davvero piacevole da tenere al polso. Pure se a passare da un vintage vissuto a lui un po' di imbarazzo si percepisce sui peli del polso;
@Cuoccimix, bellino anche lo Scuba... Una spanna sopra (insieme ai Reef) agli attuali Red Sea, Black Sea e Turbina persino. Ovviamente se mi capitasse di incrociarlo a condizioni favorevoli lo prenderei volentierissimo :-)
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
mchap
moderatore
moderatore
Messaggi: 2607
Iscritto il: 12 mag 2015, 8:09

Re: Vostok Amfibia Reef: tra scogliere e coralli russi

Messaggio da mchap » 22 giu 2015, 10:51

Che dire?! orroreeee? noo, i gusti sono gusti

:lol: :lol: :lol:
1.jpg
1.jpg (17.4 KiB) Visto 1815 volte
2.jpg
2.jpg (25.44 KiB) Visto 1815 volte
3.jpg
3.jpg (30.69 KiB) Visto 1815 volte
se poi si vuole una versione aggiornatissima http://www.repubblica.it/esteri/2015/06 ... 57158/1/#1
E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (P. Neruda)

Rispondi