Serkisof: da Mosca a Istanbul lungo la strada ferrata - Serkisof Poljot russian watch history

Orologeria di ogni tipo ed epoca da tutti i paesi dell'est europeo
Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 5847
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Serkisof: da Mosca a Istanbul lungo la strada ferrata - Serkisof Poljot russian watch history

Messaggio da DaniLao » 28 nov 2015, 20:32

Cari soci, avrei voluto scrivere un topic più a modo con delle belle foto e tutto ma purtroppo nella vita non tutto va sempre come dovrebbe andare e qualche volta è bene che ci si accontenti del 'meglio che nulla' prima di diversi abbandonare al nulla tout court ;-)

E allora vado lo stesso -in tono fotografico minore- sull'argomento che è quello del titolo...

È un Poljot Serkisof; Serkisof (o anche K. Serkisoff & Co) di Istanbul ha fornito orologi alle ferrovie nazionali turche per circa un secolo: sia orologi da lavoro sia quelli 'celebrativi' regalati al momento del pensionamento dei dipendenti.

Evidentemente anche i compari turchi hanno attinto dalla produzione russa, tant'è che sulla baia spesso s'incontran cipolle (soprattutto) marcate con tale nome e col il trenino sulla gobba....

Non sono un estimatore dei tasca e nemmeno delle ferrovie, però quando mi è stato proposto quello che vi faccio vedere sotto l'ho preso subito volentieri.
Linee semplici, elegante, indici particolari e simpatici applicati...
Insomma nell'insieme davvero piacevole, lo trovo funzionalista e austero.

Bando alle ciance, eccovi l'unica foto che ho attualmente e che è stata fatta in fretta, furia e ad altro scopo (oltre che in penombra)

Immagine

Purtroppo, infatti (cit) l'orologio in questione è prigioniero da due settimane dal mio sedicente orologiaio...
...si ferma se capovolto. È precisissimo se lasciato su un comò, usato come sveglia o orologio da muro... Al polso il suo piccolo e unico difetto un po' lo penalizza, all'atto pratico non è portabile senza un intervento tecnico.

L'avrei dovuto recuperare oggi ma decine di contrattempi m'hanno contrattempato e a questo punto ormai sarà lunedì...

Comunque, a parte tutto ciò...
Voi ne sapete qualcosa dei Serkisof da polso?
Tipo se c'è una fenomenologia, se sono un po' come i Cornavin o più o meno (quelli con movimento russovietico intendo...).

Francamente a me di tasca ne vengono in mente diversi (che mi son capitati sott'occhio il più delle volte per caso) ma da polso... Insomma, ora son curioso...

Che narrano -sull'argomento- la vostra esperienza, i vostri archivi, il vostro frequentare baie poco battute e topaie poco raccomandabili ;-)

Mi piacerebbe -inoltre- con l'occasione di 'sto topic, vedere i vostri orologi russi Serkisof, se n'avete.
Buttate lì qua sotto senza vergogna per il reciproco godimento e accrescimento culturale collettivo...

Già che ci siete sentitevi liberi di annettere anche Seriskov di natura meno sovietica...
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
Cane
senior
senior
Messaggi: 3848
Iscritto il: 17 mag 2015, 21:02
Località: Cecina

Re: Da Mosca a Istanbul lungo la strada ferrata: Serkisof

Messaggio da Cane » 28 nov 2015, 21:33

Veramente bello... :ok:

Non ricordo di averlo mai visto...

Adesso ho cercato sul web e un altro paio uguali li ho visti...(messi peggio del tuo)
Paolo .............Quì i miei vintage russi...

Veronesi: "Dopo Auschwitz, il cancro è la prova che Dio non esiste"

robyvintage
user
user
Messaggi: 92
Iscritto il: 14 nov 2015, 18:35

Re: Da Mosca a Istanbul lungo la strada ferrata: Serkisof

Messaggio da robyvintage » 29 nov 2015, 10:47

Complimenti bello e interessante. :ok: :ok:

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 5847
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Da Mosca a Istanbul lungo la strada ferrata: Serkisof

Messaggio da DaniLao » 29 nov 2015, 10:58

Cane ha scritto:Adesso ho cercato sul web e un altro paio uguali li ho visti...
In effetti cercando un po' genericamente viene fuori quello e poco altro da polso.

Su WUS ne ho visti un altro paio, sempre con movimento (e di fattura estetica) Poljot che però riportano sul quadrante solo Serkisov e nessun rimando alla produzione sovietica...

Grazie ad entrambi per l'apprezzamento, in effetti anche a me piace parecchio nella sua essenzialità ricercata
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
cuoccimix
moderatore
moderatore
Messaggi: 1956
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:29

Re: Da Mosca a Istanbul lungo la strada ferrata: Serkisof

Messaggio da cuoccimix » 30 nov 2015, 12:52

Bel pezzo che conto quanto prima di comprare anche in versione non Serkisov.

Io comunque ho visto persino degli Slava "tv" con quel marchio. Anche se la stragrande maggioranza erano Molnija ferrovia da tasca.

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 5847
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Da Mosca a Istanbul lungo la strada ferrata: Serkisof - Serkisof Poljot russi...

Messaggio da DaniLao » 30 nov 2015, 14:47

Visto che sull'argomento in giro c'è il giusto e che la scarsità di commenti testimonia la necessità d'approfondimento aggiungo sotto un po' di materiale (tra l'altro di Raketa credo di non averne mai visti, Michele, se ti ricapita d'incontrarlo aggiungilo qua!)

Eccone uno piccino picciò, come anticipavo con solo Serkisof sul quadrante (http://forums.watchuseek.com/f10/begine ... 35490.html)
serkisov mini.jpg
serkisov mini.jpg (8.04 KiB) Visto 1097 volte
Un altro come quello sopra ma di un bel blé con un Poljot 2627H dentro (http://forums.watchuseek.com/f10/poljot ... 36261.html)
Serkisof blu.jpg
Serkisof blu.jpg (163.07 KiB) Visto 1097 volte
Serkisof blu lato.jpg
Serkisof blu lato.jpg (157.59 KiB) Visto 1097 volte
Serkisof blu movimento.jpg
Serkisof blu movimento.jpg (174.94 KiB) Visto 1097 volte
Serkisof blu fondello.jpg
Serkisof blu fondello.jpg (126.28 KiB) Visto 1097 volte
Mark Gordon (http://www.ussrtime.com/cgi-bin/details.pl?id=1139) ci fa vedere questo con un 2427 liscio

Immagine

Immagine

Immagine

E il più particolare di tutti, con il logo delle ferrovie, presumo (http://gislalunah.blogspot.it/2009/10/serkisof.html)
Serkisof ferrovie.JPG
Serkisof ferrovie.JPG (149.21 KiB) Visto 1097 volte
Serkisof ferrovie logo.JPG
Serkisof ferrovie logo.JPG (181.82 KiB) Visto 1097 volte
Serkisof ferrovie secondi.JPG
Serkisof ferrovie secondi.JPG (173.05 KiB) Visto 1097 volte
Serkisof ferrovie movimento.JPG
Serkisof ferrovie movimento.JPG (243.98 KiB) Visto 1097 volte
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
cuoccimix
moderatore
moderatore
Messaggi: 1956
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:29

Re: Da Mosca a Istanbul lungo la strada ferrata: Serkisof - Serkisof Poljot russian watch history

Messaggio da cuoccimix » 30 nov 2015, 18:33

L'ultimo non lo conoscevo....ora andrò in cerca...

Avatar utente
mchap
moderatore
moderatore
Messaggi: 2410
Iscritto il: 12 mag 2015, 8:09

Re: Da Mosca a Istanbul lungo la strada ferrata: Serkisof - Serkisof Poljot russian watch history

Messaggio da mchap » 30 nov 2015, 18:36

Su i Serkisof non sappiamo molto, solo quello che si sa da sempre e cioè che era una famiglia di gioiellieri di Istanbul la quale, tra le altre attività, si occupava di import-export con l' Unione Sovietica.
Quindi i Serkisof sono l'ennesimo caso di orologi sovietici marcati per un mercato locale. Da distinguere nettamente dai tanti brand che montavano movimenti russi come scelta conveniente economicamente in un determinato momento.

In genere i primi, versioni locali, mi interessano poco perché sono quasi sempre quadranti a catalogo Poljot, Slava,ecc., ritengo più interessante avere la versione "indigena".
Tanto più che in alcuni casi si è innestata la spirale marchio-poco-conosciuto=quindi raro=quindi-costoso.

Sono orologi che prendo solo se costano moooooolto meno dell'originale sovietico. Una volta saputo, e lo sappiamo da anni, che i russi "localizzavano" c'è poco da dire.
Qualche esemplare in collezione non fa male. Da un punto di vista collezionistico potrebbero addirittura costituire un sottoinsieme.

L'unico punto di interesse vero potrebbe essere il ricostruire quei determinati rapporti commerciali, spesso con paesi nettamente schierati nel campo avversario (guerra fredda).

La Turchia è un caso a se. E' la seconda potenza militare della NATO, la più "guerriera" e con ambizione di potenza regionale, da sempre. Allo stesso tempo però ha sempre intrattenuto discreti rapporti commerciali con l'Unione Sovietica.
Zona di confine e come tale anche zona grigia.
Non a caso al tempo della crisi dei missili a Cuba la foglia di fico che consentì il dietro-front ai sovietici fu la contropartita della riduzione dei missili Jupiter con testata nucleare installati in Turchia ( e in Italia).

Morale della storia :lol: in collezione ho solo tre miseri da tasca, forse anche uno da polso, dovrei cercare.
Nei mercatini quelli da tasca spesso te li tirano dietro (spesso, ma non sempre :) )

I Serkisof da tasca a volte hanno un fondello interno che scimmiotta la tradizione occidentale. Dico a volte, perché ne ho visti tanti che non lo avevano. Comunque, scimmiottagine a parte, il fondello interno è meglio averlo che no :lol:
IMG_20151130_164551.jpg
IMG_20151130_164551.jpg (142.72 KiB) Visto 1084 volte
IMG_20151130_164940.jpg
IMG_20151130_164940.jpg (146.72 KiB) Visto 1084 volte
E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (P. Neruda)

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 5847
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Serkisof: da Mosca a Istanbul lungo la strada ferrata - Serkisof Poljot russian watch history

Messaggio da DaniLao » 1 dic 2015, 13:29

Buh, Antonio, io tra due Poljot eguali ma differenti solo per il Serkisov prenderei quello turco, per me racconta una cosa in più.
Non so se sarei disposto a spendere di più per l'indicazione geografica ma probabilmente un pochino si', ho ragione di credere che ne esistano numericamente meno a giudicare da quanti ne compaiano sulla baia.

Ma comunque, son discorsi che lasciano il tempo che trovano, ognuno ha il proprio stile e la propria raccolta, dunque andrei avanti con le immagini...
Eccone un altro molto carino, questa volta di nuovo marchiato Poljot Serkisof (http://emrecantullef.blogspot.it/2012/1 ... n-bas.html)
Serkisof Poljot.jpeg
Serkisof Poljot.jpeg (348.28 KiB) Visto 1068 volte
Serkisof Poljot fondello.jpeg
Serkisof Poljot fondello.jpeg (353.67 KiB) Visto 1068 volte
Serkisof Poljot movimento.jpeg
Serkisof Poljot movimento.jpeg (313.18 KiB) Visto 1068 volte
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 5847
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Serkisof: da Mosca a Istanbul lungo la strada ferrata - Serkisof Poljot russi...

Messaggio da DaniLao » 1 gen 2016, 16:02

Aggiorno con due foto per festeggiare il ritorno in salute previa revisione
ImageUploadedByTapatalk1451660528.786374.jpg
ImageUploadedByTapatalk1451660528.786374.jpg (405.65 KiB) Visto 1029 volte
ImageUploadedByTapatalk1451660545.686301.jpg
ImageUploadedByTapatalk1451660545.686301.jpg (465.72 KiB) Visto 1029 volte
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Rispondi