We all live in a yellow submarine: Vostok Neptune Amphibian Classic 2416/960278 recen...

Orologeria di ogni tipo ed epoca da tutti i paesi dell'est europeo
Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 5407
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

We all live in a yellow submarine: Vostok Neptune Amphibian Classic 2416/960278 recen...

Messaggio da DaniLao » 4 ago 2016, 17:42

Cari Soci,

come promesso eccomi a presentarvi l’orologio mostrato ieri nell’oggi al polso (bella ‘sta cosa dell’oggi nello ieri, o viceversa, si, insomma, vabbè…).

Si tratta di lui

Immagine

E lo farò con un topic fondamentalmente fotografico perché dell’orologio c’è poco da sapere, come sulla sua storia
Dalle tracce in rete direi che è stato fatto tra la fine del 2010 e l’inizio del 2011, o almeno è quello il periodo nel quale inizia a far capolino come ‘nuovo modello’ in qualche discussione tra appassionati

Immagine

Ma partiamo dalle cose più noiose: dentro ha un movimento automatico Vostok 2416B a 31 rubini, fuori una cassa 960, detta Neptune, amata per la sua forma e odiata per la difficoltà di adattarvici bracciali o cinturini consoni.

Ammesso che possa interessare a qualcuno (ma doveroso riportarlo a fini documentaristici) il modello in particolare si chiama Amphibian Classic 2416/960278.

Immagine

Nella stessa serie anche un modello grigio ( Vostok 2416/960284) e uno (anch’esso invero per nulla male, col suo bel Nettuno applicato a ore 12) nero (Vostok 2416/960280)
vostok neptune 960284.jpg
vostok neptune 960284.jpg (258.68 KiB) Visto 912 volte
vostok neptune 960280.jpg
vostok neptune 960280.jpg (152.54 KiB) Visto 912 volte
Le tracce che ho seguito mi confermano che costava 55 USD al momento della messa in commercio.
Non so quanti ne abbiano fatti ma l’ho sempre incontrato poco spesso nelle discussioni e anche sui vari siti di aste o di acquisti online.
Non potrei dire che sia raro ma quantomeno lo qualificherei come poco usuale.

Ha dalla sua –in generale- il fatto di essere un modello che, sia per il colore, sia per fattura e disegno del quadrante, non somiglia a niente di precedente (ok, il Nettuno è sempre lui ma la declinazione mi pare del tutto innovativa) e nemmeno a niente di prodotto successivamente.

Lo trovo un riuscito tentativo di mescolare vecchio e nuovo senza necessità di ricopiare pari pari vecchi modelli e senza dover per forza rimaner legati a certi schemi.
A mio modo di vedere questi elementi conferiscono al tutto un carattere spiccato e molto particolare.

Dicevamo… Non l’ho visto in asta molto spesso e, con il suo bel giallo intenso e metallico, non credo sarebbe potuto passare inosservato :-)

Immagine

Già, il giallo…
…direi che è uno dei suoi punti di forza.
E’ bello intenso e denso, con la tendenza a maturare in un giallo carico e –complice l’idea del fondo metallico- ben catturare esili refoli di luce financo in penombra.

Sì, è una tonalità che trovo particolarmente riuscita.
Il fatto che non sia giallo limone è utile in pieno sole a farlo percepire nella sua profondità e la tendenza a caramellarsi al tramonto con i raggi di sole che lo colpiscono di sbieco con la lunghezza d’onda tipica dell’ora è un’altra caratteristica apprezzabile assai

Immagine

Il quadrante è lavorato in rilievo e al centro spicca il noto profilo del Nettuno di sapore quasi sovietica.
Il re coronato compare all’interno di uno scudo che risulta più chiaro del profilo e di ciò che è posto all’esterno.
Bell’effetto di contrasto.

Immagine

Gli indici sono applicati, come i punti luminosi.
Sono applicati, bordati in argento e ripieni di materiale luminoso, simpatico vederlo al buio (per quanto resiste) con quel bel 12 oversized a Nord.

Anche la disposizione delle scritte è particolare e –direi- estrosa (beh, rispetto al design funzionalista sovietico intendo…) ;-)

Per lasciare spazio a scudo e testone del Nettunone il nome del modello e il logo Vostok (sottoforma di B convoluta) sono –orizzontali- sopra e sotto il prolungamento disegnato dell’indice ad ore 9.
L’indicazione geografica tipica invece è curva tra l’indice a ore 12 e quello ad ore 2.

Sopra l’indice a ore 6 l’indicazione che è automatico, resistente all’acqua fino a 200m e che dentro ci hanno buttato 31 pietruzze.

Le scritte risultano piacevolmente rialzate. Non sono applicate ma stampate con spessore.

Immagine

Completa il tutto una lunetta classica, che se non è en pendant con il quadrante come nei nuovi lussureggianti e scicchettosi SE è quantomeno piuttosto rassicurante e riporta l'orologio alla sua ruspante natura d'anfibio (alla maniera de' russi, niente scatti e gira in ogni direzione).
Pare che l’originale fosse venduto con un fogliettino allegato in italiano che recitava “ Per Marco Zvezda: ci puoi fare la doccia e anche il bidet”, ma purtroppo il mio è senza corredo.

Una nota va anche per il bracciale che per esser brutto è brutto ma non strappa i peli ed è lungo due chilometri.
Non scherzo, quello che hanno risparmiato in qualità l’hanno impiegato in lunghezza.
M’è giunto senza 2 maglie, ne ho aggiunta una perché ho un polso che è un albero ma lo tengo comunque al buco più stretto della regolazione.
La qualità mefitica è testimoniata anche dai perni. Chiamarli così è un grosso complimento.
Sono infatti dei chiodi piuttosto storti, bitorzoluti e tagliati con il pennato da legname.
Non è stato facile convincerli a ritornare in sede, ma dove non ha potuto la tecnica ha potuto la violenza ed ora è perfetto.

Beh, che aggiungere?
Direi anche nulla tranne un ultima foto di sbieco

Immagine

Fonti:
https://www.russian-watches.info/shop/v ... -neptune-/
https://www.russian-watches.info/catego ... ptune-960/
http://meranom.com/archive/amphibian-cl ... 60278.html
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

cpc
senior
senior
Messaggi: 914
Iscritto il: 18 mag 2015, 17:55
Località: Osimo

Re: We all live in a yellow submarine: Vostok Neptune Amphibian Classic 2416/960278 recen...

Messaggio da cpc » 4 ago 2016, 20:17

Immagine
Il Nettuno ricorda lo stemma dell'Ucraina!
L'orologio è bello per essere un post sovietico...

Inviato dal mio SM-A300FU utilizzando Tapatalk

Avatar utente
burja
senior
senior
Messaggi: 1406
Iscritto il: 17 mag 2015, 20:16

Re: We all live in a yellow submarine: Vostok Neptune Amphibian Classic 2416/960278 recen...

Messaggio da burja » 4 ago 2016, 22:02

tra un po' comprerò un neptune anche io.............bello il giallone, vediamo come sta con continuità al polso peloso :D :D
"Niente è dimenticato, nessuno è dimenticato"

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 5407
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: We all live in a yellow submarine: Vostok Neptune Amphibian Classic 2416/960278 recen...

Messaggio da DaniLao » 5 ago 2016, 9:10

È estate (seppur adesso piova) e sono ancora più sbarazzino, per ora il giallo mi tiene dell'umore adatto (per intendersi, per me l'estate potrebbe finire a marzo e mi trovo più a mio agio nell'autunno...).

Quando ho preso il Seiko Monster ero molto indeciso se scegliere arancione o nero; optai per il secondo ed è stata una scelta oculatissima, però m'era rimasta la voglia di un colore sparato per l'estate.

In attesa di trovare l'amphibia arancione che vi ho fatto vedere tempo fa a equo canone direi che questo sia perfetto.

Sì, mi piace molto anche l'effetto al polso
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

zvezda
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 1111
Iscritto il: 9 mag 2015, 22:44
Località: Roma

Re: We all live in a yellow submarine: Vostok Neptune Amphibian Classic 2416/960278 recen...

Messaggio da zvezda » 5 ago 2016, 9:23

DaniLao ha scritto:Il fatto che non sia giallo limone è utile in pieno sole a farlo percepire nella sua profondità e la tendenza a caramellarsi al tramonto con i raggi di sole che lo colpiscono di sbieco con la lunghezza d’onda tipica dell’ora è un’altra caratteristica apprezzabile assai
Una spiegazione illuminante, Dani, evocativa di un fugace incontro tra Claude Monet, Carlo Cracco e Antonino Zichichi. Andrebbe scritta sulla scatola tra le avvertenze e le istruzioni.
DaniLao ha scritto:Pare che l’originale fosse venduto con un fogliettino allegato in italiano che recitava “ Per Marco Zvezda: ci puoi fare la doccia e anche il bidet”, ma purtroppo il mio è senza corredo.
Vedo se ne trovo una copia in rete, anche se non mi sono mai fidato di quello che scrivono su quei fogliettini :noway:

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 5407
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: We all live in a yellow submarine: Vostok Neptune Amphibian Classic 2416/9602...

Messaggio da DaniLao » 5 ago 2016, 20:50

zvezda ha scritto:Una spiegazione illuminante, Dani, evocativa di un fugace incontro tra Claude Monet, Carlo Cracco e Antonino Zichichi. Andrebbe scritta sulla scatola tra le avvertenze e le istruzioni.
Eheh, hai ragione, li metterei tutti e tre in un frullatore per vedere se il risultato s'avvicini alla tonalità di giallo...

Comunque, Monet, Manet...
Mi sa che tu sei rimasto segnato da questo

Immagine
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
cuoccimix
moderatore
moderatore
Messaggi: 1956
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:29

Re: We all live in a yellow submarine: Vostok Neptune Amphibian Classic 2416/960278 recen...

Messaggio da cuoccimix » 11 ago 2016, 17:22

azz, me l'ero perso.
Sì, confermo che non ha mai avuto un grande seguito, per un pò ho accarezzato l'idea di prenderlo in grigio, poi ho rinunciato.
In effetti era un Neptune un pò "monco": niente fondello dedicato, niente ghiera con inserto (ghiera a pallini normalissima), bracciale che era quel che era. Soprattutto il bracciale è stato un freno alla sua diffusione. Faceva parte però di una serie di Amphibia particolarmente riusciti come quadrante, con colori brillanti, grafiche riuscite e numeri a rilievo luminosi. Questi ultimi sono poi stati miseramente stampati nel quadrante (non luminosi) e affiancati dai soliti "pallini - cero votivo" per motivi di costo.
Orologio comunque significativo, specie se l'hai beccato a prezzo buono.
Per il bracciale, si può...domare...

finestraweb
advanced user
advanced user
Messaggi: 248
Iscritto il: 28 lug 2015, 8:55

Re: We all live in a yellow submarine: Vostok Neptune Amphibian Classic 2416/960278 recen...

Messaggio da finestraweb » 11 ago 2016, 23:53

Ero convinto di aver scritto... ed invece no.
Ho posseduto il modello grigio.
Bell'orologio.
Un Amphibia di quelli russi, veri, in cassa Neptune.
Pentito di averlo ceduto, ma per me era inusabile, il cinturino non accorciabile (se ricordo bene) e troppo largo.
Oggi, sulla scia del successo dei S.E. il modello é sicuramente più valutato economicamente.
Un'altro caso di orologio che conveniva comprar nuovo, anziché usato ed a maggior costo.
Il moralista condanna, si indigna, protesta, stigmatizza, chiede giustizia, punizioni esemplari.
Guarda sempre gli altri, mai se stesso. (Francesco Alberoni)

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 5407
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

We all live in a yellow submarine: Vostok Neptune Amphibian Classic 2416/9602...

Messaggio da DaniLao » 12 ago 2016, 13:35

Un topic a scoppio ritardato ;-)

Grazie per le attestazioni di stima, continuo a pensare che sia particolare e che sappia il fatto suo.
Inoltre il colore è simpaticissimo e non viene a noia: mi piace :-D

L'ho pagato abbastanza, più del suo prezzo originario in verità.
Nonostante non sia tra i famosi i prezzi ai quali si concludono le aste testimoniano un certo seguito...

L'avete evocato e oggi l'ho messo al polso

Immagine
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
Cane
senior
senior
Messaggi: 3544
Iscritto il: 17 mag 2015, 21:02
Località: Cecina

Re: We all live in a yellow submarine: Vostok Neptune Amphibian Classic 2416/960278 recen...

Messaggio da Cane » 12 ago 2016, 21:08

Bellissimo il neptune "giallone"... :D
Paolo .............Quì i miei vintage russi...

Veronesi: "Dopo Auschwitz, il cancro è la prova che Dio non esiste"

Rispondi