Lo Scherzo Cinese: misteri postali dall'oriente

Oggettistica varia, dalle macchine fotografiche alle motociclette
Avatar utente
Крокодил
advanced user
advanced user
Messaggi: 256
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:29

Re: Lo Scherzo Cinese: misteri postali dall'oriente

Messaggio da Крокодил » 11 ott 2017, 9:22

Davvero.
Zvezda prende a sassate i nostri sogni ancora in volo.
Io, per esempio, speravo ci fossero dentro frammenti essiccati del prepuzio di Mao, so che ci se ne produce un the pregiatissimo dalle riconosciute qualità organolettiche e taumaturgiche.

Ma, tornando seri, il tomo riporterà almeno la firma autografa del Grande Timoniere?
In tal caso ci sarebbe da chiedere all'amico Enzo (che, per inciso, secondo me non è che un altro degli amichetti immaginari di Danilao) una stima sull'eventuale valore.
Chissà se l'esperto somiglia al tipo buffo col cappello strano che chiamano i ragazzi di 'Affari di famiglia' quando hanno dubbi sulle mutande di Kennedy e lui al volo capisce se l'abbia indossate il presidente o se sian riproduzioni odierne tessute in Pakistan...

Avatar utente
Cane
senior
senior
Messaggi: 3087
Iscritto il: 17 mag 2015, 21:02
Località: Cecina

Re: Lo Scherzo Cinese: misteri postali dall'oriente

Messaggio da Cane » 13 ott 2017, 22:18

Крокодил ha scritto:
11 ott 2017, 9:22
Zvezda prende a sassate i nostri sogni ancora in volo.
Intanto per adesso non lo aprirei, almeno continui a sognare... :D

Appena lo apri finisce tutto al 99%...
Paolo .............Quì i miei vintage russi... "

Ma più di ogni cosa, imparate a sentire profondamente tutte le ingiustizie compiute contro chiunque, in qualunque posto al mondo....
(Che Guevara ai suoi figli)"

Avatar utente
Cane
senior
senior
Messaggi: 3087
Iscritto il: 17 mag 2015, 21:02
Località: Cecina

Re: Lo Scherzo Cinese: misteri postali dall'oriente

Messaggio da Cane » 21 nov 2017, 22:47

Ma poi l'hai aperto? ;)

Scommetto di si... :lol:
Paolo .............Quì i miei vintage russi... "

Ma più di ogni cosa, imparate a sentire profondamente tutte le ingiustizie compiute contro chiunque, in qualunque posto al mondo....
(Che Guevara ai suoi figli)"

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 4811
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze

Re: Lo Scherzo Cinese: misteri postali dall'oriente

Messaggio da DaniLao » 22 nov 2017, 8:44

Cane ha scritto:Ma poi l'hai aperto? ;)
Scommetto di si... :lol:
Macché, vi avrei informati.
Non ho avuto modo di beccare Enzo nella mia trasferta e il pacchetto giace ancora intonso appoggiato su una libreria.

A questo punto, tanto, anno più anno meno... ;-)
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
mchap
moderatore
moderatore
Messaggi: 2189
Iscritto il: 12 mag 2015, 8:09

Re: Lo Scherzo Cinese: misteri postali dall'oriente

Messaggio da mchap » 24 nov 2017, 19:07

Di pacchetti simili a suo tempo, cioè 1968-1970, ne ho visti non pochi. Il Partito Comunista d'Italia (M. L.) era un gruppuscolo di stretta osservanza filo-cinese, quattro-gatti-quattro però, e questa è la cosa curiosa (oggi), all'epoca era il solo ed unico partito comunista italiano riconosciuto dal partito comunista cinese e da quello albanese. Ad un certo punto il gruppo si divise tra "linea nera" e "line rossa" rifacendosi alle due correnti principali protagoniste dello scontro politico in atto nella Cina dell'epoca.

Dogmatici,settari, rigidi. Ridicoli. Erano quelli che andavano alle manifestazioni sventolando il libretto di Mao, i ritratti di Mao, gli slogan di Mao,ecc.
Nel migliore dei casi erano un tocco di colore, folklore, in realtà erano pesantemente infiltrati. Averli conosciuti in quegli anni è stata una vaccinazione eterna verso qualsiasi forma di dogmatismo. Il loro linguaggio, le loro riunioni e manifestazioni,nonché il loro pensiero, erano una autentica liturgia religiosa.

Avere qualche contatto con loro poteva essere utile perché, e qui veniamo al pacchetto, distribuivano gratis le pubblicazioni ufficiali del PCC. Il libretto, belle riviste, libri. E poi... c'era sempre qualche bella sgnocca, sempre e rigorosamente di buona famiglia borghese-aristocratica, con la quale valeva la pena di tentare approcci vari al fine di avere scambi cultural-politici, epidermo-pensosi, informazioni.

Le pubblicazioni arrivavano principalmente per due canali: l'associazione Italia-Cina e quello diplomatico. Venivano spedite direttamente al loro responsabile locale o presso la sede della sezione.

Non credo che quel 29/62 si riferisca all'anno. Il Partito Comunista d'Italia (M. L.) venne fondato a Livorno nel 1966.
E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (P. Neruda)

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 4811
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze

Re: Lo Scherzo Cinese: misteri postali dall'oriente

Messaggio da DaniLao » 25 nov 2017, 17:31

Wow, grazie Antonio per il contributo, emergono una serie di particolari che da link, libro o studi non sarebbero emersi e che lo rendono ancora più saporito (intendo dire dal gusto più sfaccettato) :-)
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
mchap
moderatore
moderatore
Messaggi: 2189
Iscritto il: 12 mag 2015, 8:09

Re: Lo Scherzo Cinese: misteri postali dall'oriente

Messaggio da mchap » 26 nov 2017, 10:14

Comunque non so dire molto riguardo circa l'autenticità di questo pacco, son passati quasi cinquantanni e allora non è che stavo a guardare timbri e simili. L'etichetta con l'indirizzo mi sembra autentica, anche la carta (cartoncino?) del pacco. L'unica cosa che stona è lo spago.
Le dimensioni del pacco potrebbero dare un idea del contenuto. Potrebbe anche essere stato inviato direttamente dalla Cina da qualcuno degli "studenti" italiani che erano lì per apprendere la lingua e altro.

E , una volta fotografato in lungo e largo, aprirei il pacchetto senza indugi. Trattasi di un possibile reperto archeologico appartenente all'epoca tardo-maoista :) . Quindi si può aprire procedendo per gradi documentando ogni fase necessaria a svelarne il contenuto.


@Cane (arcinoto anticomunista viscerale :lol: ), a questo punto credo che sia chiaro che il partito comunista in questione non fosse il PCI.
Altra nota, numerosi militanti di quei gruppuscoli maoisti finirono ben presto, per alcuni era un ritorno, nel PSI (come ferventi craxiani) e altri in CL.
Il fenomeno, curioso ma spiegabile, era dovuto all' anticomunismo (caratteriale più che politico) di fondo che permeava tanta militanza "a sinistra" del PCI. Non riguardava solo i filo-cinesi nostrani ma anche quelli di Potere Operaio e Lotta Continua (in misura minore) e successivamente Autonomia Operaia. Per loro il nemico principale erano il PCI e i Sindacati.
E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (P. Neruda)

Avatar utente
burja
senior
senior
Messaggi: 1218
Iscritto il: 17 mag 2015, 20:16

Re: Lo Scherzo Cinese: misteri postali dall'oriente

Messaggio da burja » 26 nov 2017, 11:02

"Altra nota, numerosi militanti di quei gruppuscoli maoisti finirono ben presto, per alcuni era un ritorno, nel PSI (come ferventi craxiani) e altri in CL".
Confermo :D :D
"Niente è dimenticato, nessuno è dimenticato"

Rispondi