Favola vera siberiana

Svago, allegria, ricette e tutto ciò che non rientra nelle altre categorie
Avatar utente
wilcoyote
senior
senior
Messaggi: 790
Iscritto il: 5 feb 2016, 9:48
Località: Roma

Re: Favola vera siberiana

Messaggio da wilcoyote » 3 dic 2019, 0:33

Se dipendesse da me io camperei a frutta, verdura, ortaggi e zuppe di cerelali e legumi.
Ma il medico mi ha dato una dieta con una grande prevalenza di proteine animali (per metà costituita da frittate di albumi d'uovo): sono dimagrito di 16 kg in 5 mesi, la pressione è passata da 160/100 a 110/70, mi sento benissimo e le colleghe hanno ricominciato a farmi il filo. Quindi non vedo motivo di cambiare! :mrgreen:

Quanto alla "carne sintetica", siamo sicuri che la sua produzione di massa non sia altrettando dannosa per l'ambiente rispetto alla produzione tradizionale?

Ora non lo ritrovo, ma tempo fa mi capitò fra me mani uno studio scientifico (serio) in cui si dimostrava che il consumo di risorse naturali per ottenere un etto di seitan è dello stesso ordine di grandezza di quello necessario per produrre un etto di carne.

Inoltre, se è vero che gli allevamenti intensivi sono la causa principale della produzioen di CO2, lo studio dei carotaggi sul ghiaccio fossile dell'Antartide, siu strati risalenti ad oltre 2 milioni di anni fa fino ad oggi, hanno mostrato che nelle fasi di riscaldamento la CO2 aumentava pochissimo, mentre aumentava parecchio la diferenza tra massimi e minimi in un ristretto arco temporale.
Inoltre la CO2 non è l'unica responsabile, i gas serra sono moltissimi (e quasi tutti di origine antropica).
La "guerra " contro la CO2 è una strategia commerciale per continuare a produrre, vendere, consumare, creare pattume. Però "green"!

Avatar utente
Cane
senior
senior
Messaggi: 4844
Iscritto il: 17 mag 2015, 21:02
Località: Cecina

Re: Favola vera siberiana

Messaggio da Cane » 3 dic 2019, 16:53

Oggi ho fatto il vegetariano... ;)

"Zuppa Lombarda"...che in realta' e' toscana e di fagioli... :mrgreen:

Il giorno mangio sempre solo un primo con vino e frutta...
Paolo ... "Non si smette di giocare perchè si invecchia....Si invecchia perchè si smette di giocare"

Avatar utente
mchap
moderatore
moderatore
Messaggi: 2619
Iscritto il: 12 mag 2015, 8:09

Re: Favola vera siberiana

Messaggio da mchap » 3 dic 2019, 18:46

Cane ha scritto:
3 dic 2019, 16:53
Oggi ho fatto il vegetariano... ;)

"Zuppa Lombarda"...che in realta' e' toscana e di fagioli... :mrgreen:

Il giorno mangio sempre solo un primo con vino e frutta...
Cane ha scritto:
3 dic 2019, 16:53
Oggi ho fatto il vegetariano... ;)

"Zuppa Lombarda"...che in realta' e' toscana e di fagioli... :mrgreen:

Il giorno mangio sempre solo un primo con vino e frutta...
Grande! io spesso mi faccio i fagioli al sugo cotti moooolto lentamente sulla cucina a legna, accompagnati da qualche bruschetta fatta sempre col sul fuoco a legna, tanto aglio e e tanto olio ( il mioooooo :) ). Non molto dietetico ma sono diventato bruschetta/fagioli-dipendente.
Per non parlare di pasta e fagioli o ceci.

Un vegetariano si sente dire sempre le stesse cose, sempre gli stessi luoghi comuni. Eppure conosco moltissima gente che non mangia questo o quello e solo perché non gli piace.

Molti credono che quella vegetariana sia una dieta, nel senso che lo fai per dimagrire, per abbassare questo o quel valore,...
Niente di più sbagliato. La forma fisica dipende, come sempre, da cosa e quanto mangi.
Fondamentalmente sono un "pastasciuttaro", vedere nel piatto solo un etto di spaghetti mi intristisce :lol: però ci devo stare attento, tendo ad esagerare.

Un altro luogo comune è pensare che un vegetariano debba mangiare per forza tofu, seitan, e cose simili.
Nulla di più sbagliato. Un vegetariano mangia di tutto tranne carne e pesce ( alcuni, come Umberto Veronesi, ammettono il pesce).
Di sicuro c'è che vai a riscoprire cibi che avevi dimenticato e o trascurato. Si scoprono anche nuovi alimenti, come il tofu e il seitan, buoni concentrati di proteine.

Ma cos'è questo seitan? non è altro che la normale farina usata per il pane a cui togli l'amido, glutine puro (certo non lo può mangiare un celiaco).
Prendi la farina, aggiungi acqua fino a farne un impasto consistente e morbido, lo passi e lo strizzi sotto l'acqua corrente fino a che l'acqua da biancastra diventa chiara ( vuol dire che l'amido è andato via), due tre passate sono suffcenti. Gli dai la forma che vuoi e lo metti a bollire in un brodo vegetale.
L'impasto-base ha la capacità di assorbire moltissimo i sapori delle cose con cui lo fai bollire, inoltre puoi miscelare diverse farine.
Ne viene fuori "un polpettone" che già di per se è saporito così com'è, spesso lo aggiungo soltanto un po' di olio e pomodorini.
Lo puoi friggere in padella o ancora maglio impanarlo con l'uovo. Preparandolo in questo modo c'ho fregato un fottio di carnivori: " buono! che carne è questa?" :lol:
Con un chilo di farina due/tre persone ci mangiano per una settimana (ovviamente alternandolo ad altre cose)
Con il seitan però è meglio non esagerare, è un concentrato di glutine, mangiandolo troppo spesso può creare intolleranza, come tutti i concentrati.
Quello industriale non mi piace molto.

Vogliamo discutere di quanta acqua si consuma per fare un chilo i carne e un chilo di grano? bene facciamolo pure, con i dati alla mano. La conclusione sarà una sola: la carne è quella che richiede una quantità enorme di acqua, dai quasi 4500 litri per il pollo ai 15000 litri per quella bovina.
Per produrre un chilo di grani ci vogliono dai 500 (il mais) ai 4000 litri di acqua.

Ora, lasciamo stare le speculazioni e diamo per scontato che la produzione comporta sempre sprechi ma se tutti si abituassero almeno a mangiare carne solo una o due volte a settimana, e magari di migliore qualità, sarebbe già un grosso passo a vanti.

Intanto... ripropongo questo documentario

PS
Attenzione alle diete iperproteiche, fanno dimagrire velocemente ma alla lunga non fanno bene. La questione, una volta dimagriti, è di non riprendere peso, non di continuare a dimagrire.
E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (P. Neruda)

Avatar utente
wilcoyote
senior
senior
Messaggi: 790
Iscritto il: 5 feb 2016, 9:48
Località: Roma

Re: Favola vera siberiana

Messaggio da wilcoyote » 3 dic 2019, 21:34

La mia non è una dieta iperproteica, ma un regime alimentare povero di carboidrati raffinati (credo che Antonio impazzirebbe: 20 g di pane o gallette a colazione, spuntino e merenda, 30 g di pasta o riso a pranzo, nulla a cena), un frutto per lo spuntino e la merenda, 80 g di fiocchi di latte a colazione, 30 g di "semi" (mandorle, nocciole ecc.) oppure 300 g di yogurt magro o 2 albumi per lo spuntino o la merenda, 120 g di carne bianca o pesce magro o tre albumi più verdure crude e/o cotte a volontà, a cena preferibilmente di più quelle cotte. Acqua e tisane a volontà, alcolici ridotti al minimo.
Al posto della carne o del pesce posso prendere 300 g di legumi con la pasta o il riso (o farro, orzo ecc.) oppure 400 g di legumi e niente pasta, cosa che faccio molto spesso (forse avete sentito parlare dei ceci di Navelli e delle lenticchie di Santo Stefano di Sessanio, oltre che dello zafferano di Navelli).

Come vedi, Antonio, non si tratta di un regime alimentare iperproteico, ma sostituisco i carboidrati con le verdure e riduco i grassi animali al minimo indispensabile, mentre mi sono permessi fino a due cucchiai di olio di oliva al giorno.
Frutta poca se si tratta di quella comprata, visto che è solo acqua e zucchero, abbondante se ho l'occasione di prendere quella biologica vera (praticamente quella degli orti dei miei parenti campagnoli: certe mele renette e certe susine... Per non parlare delle visciole, rigorosamente riservate alla produzione di marmellate, che però non dovrei mangiare perché contengono troppo zucchero).

Il guaio è che la "mia" campagna è arcinota anche per i salumi, formaggi grassi (pecorino e caciocavallo soprattutto, che non posso mangiare) e per gli arrosticini di castrato. A quelli ho dovuto imparare a rinunciarci, ora anche se ne sento lo stuzzicante profumo, non ho problemi ad ignorarli (con somma gioia degli altri commensali :mrgreen: ).

Rispondi