Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Svago, allegria, ricette e tutto ciò che non rientra nelle altre categorie
Rispondi
Avatar utente
burja
senior
senior
Messaggi: 1506
Iscritto il: 17 mag 2015, 20:16

Re: Sentirsi antifascisti oggi

Messaggio da burja » 10 feb 2018, 21:48

Condanno questo delinquente che ha sparato.

Condanno i nazisti che hanno bruciato gli ebrei.

Condanno i nazisti che hanno ucciso i bambini a Marzabotto.

Condanno i nazisti che hanno fatto stragi efferate in Russia per supremazia razziale.

Condanno i nazisti che hanno fatto saltare per aria la casa di mia madre orfana.

Peccato che gli antifascisti italiani queste condanne ai nazisti non le fanno (o se le fanno si limitano al minimo sindacale) ma si limitano ai soli fascisti, compresi i signori che oggi erano a Macerata a sfilare.

Hanno forse paura di far arrabbiare la signora Merkel ricordando che queste cose le hanno fatte i tedeschi?

Quanto alla ragazza il colore della pelle non c'entra niente, è l'efferatezza, l'hanno squartata, uccidere una persona così definirlo bestiale è un'offesa alle bestie. E' roba da nazisti.
"Niente è dimenticato, nessuno è dimenticato"

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 5847
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Sentirsi antifascisti oggi

Messaggio da DaniLao » 10 feb 2018, 22:16

Ecco, a questo punto concordo.
E amplio anche il titolo, che tanto se la merkel s'arrabbia a noi ce ne sbatte davvero poco
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
mchap
moderatore
moderatore
Messaggi: 2410
Iscritto il: 12 mag 2015, 8:09

Re: Sentirsi antifascisti oggi

Messaggio da mchap » 11 feb 2018, 0:38

burja ha scritto:
10 feb 2018, 21:48

l'hanno squartata, uccidere una persona così definirlo bestiale è un'offesa alle bestie. E' roba da nazisti.
No! è roba di noi umani. Da sempre.

Che poi determinati comportamenti si trovino a proprio agio sotto il cappello di determinate ideologie è un altro discorso, ma quei comportamenti non sono una prerogativa di quelle ideologie.

Uno dei tratti distintivi del nazismo è quello di aver razionalizzato la violenza di cui sono capaci gli umani. Lo sterminio era una catena di montaggio. C'era un punto di inizio (l'ideologia e la volontà politica) ed un uno finale (gli esecutori materiali) ma nel mezzo c'erano tante rotelline ognuna delle quali faceva coscienziosamente il suo compito, senza di esse la macchina non avrebbe potuto funzionare.

Gli umani che hanno ucciso quella ragazza appartengono a quella parte di noi che non è capace di controllare i propri istinti primordiali (primo cervello). Discuterne le cause per ora non è importante.

Molto diverso il comportamento del tizio che ha deciso di sparare a caso sugli immigrati. Ha fatto una scelta, basata su delle convinzioni (ideologia). Si è inventato un nemico, ha emesso la sentenza, ha indossato i panni del boia.

Due cose diverse, molto diverse.
E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (P. Neruda)

Avatar utente
burja
senior
senior
Messaggi: 1506
Iscritto il: 17 mag 2015, 20:16

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da burja » 11 feb 2018, 9:36

Una cosa però li accomuna, sono entrambi squilibrati.....
"Niente è dimenticato, nessuno è dimenticato"

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 5847
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da DaniLao » 11 feb 2018, 18:33

Non so se li accomuni lo squilibrio.
Ho paura di no, ognuno ha fatto i propri conti prima di agire...

C’è differenza (anche per il codice penale) tra un omicidio (seppur infame, nei confronti di una giovane donna in difficoltà e aggravato dal vilipendio di cadavere) e una (in questo caso tentata) strage partita -peraltro- da motivazioni ideologiche.

Per fortuna ha sbagliato (più volte) mira, ma ha puntato la pistola su 11 persone
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
mchap
moderatore
moderatore
Messaggi: 2410
Iscritto il: 12 mag 2015, 8:09

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da mchap » 13 feb 2018, 0:35

burja ha scritto:
11 feb 2018, 9:36
Una cosa però li accomuna, sono entrambi squilibrati.....
Troppo facile ridurre tutto a degli squilibrati. Purtroppo credo che siano persone normali.

Del resto da quello che si legge sui giornali gli indagati per l'assassinio della ragazza sono quattro. Tutti squilibrati?
E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (P. Neruda)

Avatar utente
mchap
moderatore
moderatore
Messaggi: 2410
Iscritto il: 12 mag 2015, 8:09

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da mchap » 21 feb 2018, 13:35

Possiamo anche dire cosa non è antifascismo http://palermo.repubblica.it/cronaca/20 ... 189362379/

è solo imbecillità e vigliaccheria che rischiano di innescare, continuare, ripetere,ecc. un "gioco" pericoloso senza senso che fa comodo solo ai berlusconi, salvini,...

E cosa è fascismo, di quello più stupido e "tradizionale":

http://www.repubblica.it/cronaca/2018/0 ... P2-S1.8-T1

Non vedo molte differenze tra le due situazioni. Per me sono fascismo ambedue, nel senso più ampio del termine.
Lo squadrismo, l'azione punitiva, esemplare, intimidatoria,... connotano storicamente il fascismo.
E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (P. Neruda)

Avatar utente
Cane
senior
senior
Messaggi: 3848
Iscritto il: 17 mag 2015, 21:02
Località: Cecina

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da Cane » 21 feb 2018, 14:27

Due azioni assurde, incredibili, chiaramente ambedue fasciste!

L'avversario politico deve essere massacrato pure se attacca un manifesto elettorale? :evil:

Secondo me questi gruppi, sia di destra che di sinistra, non sono mai stati contrastati efficacementre. Ma non deve essere facile farlo...
Paolo .............Quì i miei vintage russi...

Veronesi: "Dopo Auschwitz, il cancro è la prova che Dio non esiste"

Avatar utente
burja
senior
senior
Messaggi: 1506
Iscritto il: 17 mag 2015, 20:16

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da burja » 21 feb 2018, 20:40

In Unione Sovietica, Jugoslavia, queste cose non succedevano.....

A parte le battute, la scorsa estate in Croazia mentre mi fumavo un sigaro in piazza come tutte le sere ho visto una decine di persone giovani stese in terra, ammanettate con ciascuna un poliziotto dietro e qualcuno anche con un piede del poliziotto sulla schiena. Mi sono avvicinato e ho chiesto al poliziotto cosa avessero combinato, mi ha risposto che erano tifosi di calcio che avevano devastato il centro della città. Ho dato tutta la mia solidarietà al poliziotto che mi ha pure fatto l'occhiolino ed ho pensato: se lo facessimo noi in Italia cosa succederebbe? Questa è l'eredità del buon vecchio Tito, là la microcriminalità non c'è, ancora c'è il vento lungo del socialismo....
Noi ai tifosi olandesi che hanno devastato piazza di Spagna non abbiamo fatto niente, né arresti né richieste di risarcimento economico, quasi quasi abbiamo chiesto scusa...
Troppo buonismo, qui abbiamo sempre pensato che applicare la legge e mettere in galera chi la viola fosse da fascisti, allora ad est erano davvero tanto, molto fascisti...
"Niente è dimenticato, nessuno è dimenticato"

Avatar utente
totorex
senior
senior
Messaggi: 734
Iscritto il: 21 mag 2015, 15:12

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da totorex » 29 mar 2018, 13:45

Cmq attenzione che e' tornato :lol: :lol: :lol:


Rispondi