Le scienze "dure" sono maschiliste?

Svago, allegria, ricette e tutto ciò che non rientra nelle altre categorie
Avatar utente
wilcoyote
senior
senior
Messaggi: 639
Iscritto il: 5 feb 2016, 9:48
Località: Roma

Le scienze "dure" sono maschiliste?

Messaggio da wilcoyote » 1 ott 2018, 22:19

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/1 ... o/4661729/

Boh, io da ex studente di ingegneria ricordo che le ragazze "molto brave" erano assai meno brave di me che ero mediocre (però loro avevano la media del 30, io solo del 26).

Però ho una nipote ing. elettronico che è un autentico genio. Forse dipende dal fatto che la sua "stanza dei giochi" dove la parcheggiavano i genitori ed i nonni era la mia cameretta/sudio ("cameretta"... 25 mq :mrgreen: ).

Avatar utente
Cane
senior
senior
Messaggi: 4598
Iscritto il: 17 mag 2015, 21:02
Località: Cecina

Re: Le scienze "dure" sono maschiliste?

Messaggio da Cane » 1 ott 2018, 22:43

E' un argomento un po' tabù difficile da trattare…personalmente non credo l'uomo sia superiore alla donna...

Ma salvo eccezioni ho sempre letto che in matematica gli uomini sono superiori alle donne…

Qualche volta ho letto che con molte donne a medicina si crea il problema dei primari dove in un'operazione estrema
di fronte a un'emergenza l'uomo e' piu' saldo e forte emotivamente rispetto a una donna…

Secondo me non bisogna avere paura a parlare di eventuali diversita' tra uomo e donna...
Paolo ... "LA MEMORIA NON E' ADORARE LE CENERI, MA TENERE VIVO IL FUOCO" ( J.Brahms).

Avatar utente
ale9191
senior
senior
Messaggi: 1134
Iscritto il: 20 dic 2017, 21:06
Località: Firenze

Re: Le scienze "dure" sono maschiliste?

Messaggio da ale9191 » 2 ott 2018, 8:33

Nel mio piccolo, durante gli anni di scuola, ho trovato ragazze bravissime, con voti altissimi ma che si ammazzavano nello studio. Avevo poi amici maschi, che studiavano poco (mi ci metto anche io :lol:) che riuscivano a raggiungere voti discreti.

Non credo però sia un discorso maschio vs femmine, credo riguardi la specificità di ognuno di noi.

Avatar utente
Cane
senior
senior
Messaggi: 4598
Iscritto il: 17 mag 2015, 21:02
Località: Cecina

Re: Le scienze "dure" sono maschiliste?

Messaggio da Cane » 2 ott 2018, 10:00

Gli uomini e le donne sono molto diversi, e meno male…

Storicamente l'evoluzione e' stata diversa, anche per la forza fisica diversa e per i compiti svolti molto diversi...

Anche il cervello e' diverso, influenzato in modo diverso dai rispettivi ormoni...

Non starei a fare classifiche tra uomo e donna...come minimo e' antipatico

Quel tizio nella sua posizione ha sbaglisto a fare classifiche tra uomo e donna ed e' stato licenziato...

Ma solo perche' e' un argomento tabù. Se avesse cercato di dimostrare che la donna era superiore all'uomo
nessuno l'avrebbe licenziato, e magari avrebbe avuto spazio positivo sui media…
Paolo ... "LA MEMORIA NON E' ADORARE LE CENERI, MA TENERE VIVO IL FUOCO" ( J.Brahms).

cpc
senior
senior
Messaggi: 1118
Iscritto il: 18 mag 2015, 17:55
Località: Osimo

Re: Le scienze "dure" sono maschiliste?

Messaggio da cpc » 2 ott 2018, 17:48

wilcoyote ha scritto:
1 ott 2018, 22:19
https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/1 ... o/4661729/

Boh, io da ex studente di ingegneria ricordo che le ragazze "molto brave" erano assai meno brave di me che ero mediocre (però loro avevano la media del 30, io solo del 26).

Però ho una nipote ing. elettronico che è un autentico genio. Forse dipende dal fatto che la sua "stanza dei giochi" dove la parcheggiavano i genitori ed i nonni era la mia cameretta/sudio ("cameretta"... 25 mq :mrgreen: ).
Di certo uomini e donne non sono uguali e, per natura, hanno attitudini, sensibilità e capacità diverse e peculiari per ciascuno: è la natura!
Questo non potrà mai essere cancellato anche qualora vivessimo in una società effettivamente priva di discriminazioni.
Quanto affermato dal ricercatore in questione però mi sembra semplicemente frutto di pregiudizi più che di un ragionamento scientifico.
Se andiamo a guardare, infatti, tutte le scienze hanno avuto in passato, contributi prevalentemente maschili, ma questo è imputabile più alle condizioni socio culturali che a motivi biologici.
Ho la (brutta) sensazione che gli atteggiamenti razzisti/sciovisti e smargiassi che vanno per la maggiore in politica e sui social trovino sponda anche in campo scientifico...

ferste
user
user
Messaggi: 121
Iscritto il: 27 mag 2016, 10:44
Località: Alessandria

Re: Le scienze "dure" sono maschiliste?

Messaggio da ferste » 2 ott 2018, 19:08

Inoltre non ci sono più le mezze stagioni, mio cuggino ha fatto Milano Alessandria casello\casello in 6 minuti, i neri hanno il ritmo nel sangue, i film più belli li danno sempre di notte e Venezia è bella ma non ci vivrei...

Avatar utente
wilcoyote
senior
senior
Messaggi: 639
Iscritto il: 5 feb 2016, 9:48
Località: Roma

Re: Le scienze "dure" sono maschiliste?

Messaggio da wilcoyote » 2 ott 2018, 19:45

ferste ha scritto:
2 ott 2018, 19:08
Inoltre non ci sono più le mezze stagioni, mio cuggino ha fatto Milano Alessandria casello\casello in 6 minuti, i neri hanno il ritmo nel sangue, i film più belli li danno sempre di notte e Venezia è bella ma non ci vivrei...
'nzomma, che le donne siano scarse nelle scienze dure è ovvio. :mrgreen:

Avatar utente
wilcoyote
senior
senior
Messaggi: 639
Iscritto il: 5 feb 2016, 9:48
Località: Roma

Re: Le scienze "dure" sono maschiliste?

Messaggio da wilcoyote » 2 ott 2018, 19:48

Cane ha scritto:
2 ott 2018, 10:00
Gli uomini e le donne sono molto diversi, e meno male…

Storicamente l'evoluzione e' stata diversa, anche per la forza fisica diversa e per i compiti svolti molto diversi...

Anche il cervello e' diverso, influenzato in modo diverso dai rispettivi ormoni...

Non starei a fare classifiche tra uomo e donna...come minimo e' antipatico

Quel tizio nella sua posizione ha sbaglisto a fare classifiche tra uomo e donna ed e' stato licenziato...

Ma solo perche' e' un argomento tabù. Se avesse cercato di dimostrare che la donna era superiore all'uomo
nessuno l'avrebbe licenziato, e magari avrebbe avuto spazio positivo sui media…
Paradossalmente, la scienziata che ha licenziato il fisico non si è comportata da scienziata. Lui ha presentato dei dati ed ha presentato una teoria che, a suo modo di vedere, li interpreta; per controbattere non doveva essere licenziato, ma confutato sullo stesso piano. Licenziandolo la Gianotti non si è comportata da scienziata, ma da donnicciola isterica.

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6895
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Le scienze "dure" sono maschiliste?

Messaggio da DaniLao » 3 ott 2018, 13:43

Ricerche del genere lasciano il tempo che trovano.

Comunque, visto com’è radicato il preconcetto teniamo conto anche dell’effetto pigmalione
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
Cane
senior
senior
Messaggi: 4598
Iscritto il: 17 mag 2015, 21:02
Località: Cecina

Re: Le scienze "dure" sono maschiliste?

Messaggio da Cane » 3 ott 2018, 15:29

Attenzione anche a dire che le donne sono piu' maiale degli uomini perché vi licenzieranno... :lol:

Qualunque cosa viene detta e' sessismo...abbiamo perso la testa e la ragionevolezza... :roll:

Detto questo nella sua posizione era meglio se non parlava...ma che "nessuno" possa fare paragoni
scientifici tra uomo e donna (che sono profondamente diversi) e' un po' assurdo...
Paolo ... "LA MEMORIA NON E' ADORARE LE CENERI, MA TENERE VIVO IL FUOCO" ( J.Brahms).

Rispondi