Il Radiotehnika e i suoi fratelli: i quarzi sovietici più belli o particolari

Orologeria di ogni tipo ed epoca da tutti i paesi dell'est europeo
Rispondi
Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6906
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Il Radiotehnika e i suoi fratelli: i quarzi sovietici più belli o particolari

Messaggio da DaniLao » 31 mag 2017, 12:41

Cari Soci,

questo post nasce da una foto nella quale mi sono imbattuto ieri in un articolo che non aveva niente a che vedere con l’orologeria ma che –procedendo di palo in frasca- mi ha condotto ad un piacevole approfondimento.

L’orologio, del quale non so nulla, ovvero quando e se sia stato prodotto è questo qua sotto

Radioteknika 1.jpg
Radioteknika 1.jpg (103.13 KiB) Visto 763 volte

Un bell'affarone con un bel nottolone per la frequenza radio e tanto di auricolare prodotto dalla Radiotehnika

Radiotehnika sede.jpg
Radiotehnika sede.jpg (97.47 KiB) Visto 763 volte

E che pare avesse parenti simili anche nel passato più remoto, tipo questo che vi faccio vedere con lo schema nella speranza che Zvezda o Cane ce ne possano costruire uno moderno dedicato al forum ;-)

Radiotehnika 2.JPG
Radiotehnika 2.JPG (482.05 KiB) Visto 763 volte

Partendo da qua e procedendo di collegamento in collegamento sono finito su http://www.leningrad.su/museum/ un bel sito zeppo d’immagini (come talvolta parco d’informazioni) che vi invito a visitare e che racchiude una serie di meraviglie al quarzo che non posso sottrarmi dal farvi vedere.

Ok, i quarzi li guardiamo sempre storti per tutta una serie di motivi, non ultimo la difficoltà nel ripararli qualora gli prenda un malanno :-/

Non importa, ognuno ne avrà qualcuno in raccolta con la speranza che continui a marciare… e visti così tutti insieme in realtà fanno anche un bell’effetto e testimoniano l’impegno di ingegneri e designer sovietici :-)

Nel sito segnalato ce ne sono parecchi, qua invece ci sono quelli che mi sembravano più particolari, tipo questo Elektronika 58, gagliardo per forma e colori

1 Elektronika 58-1.jpg
1 Elektronika 58-1.jpg (250.77 KiB) Visto 763 volte
2 Elektronika 58-2.jpg
2 Elektronika 58-2.jpg (181.7 KiB) Visto 763 volte

E parente nella forma della cassa di questo che credo si chiamasse SP1

3 Elektronika sp-1.jpg
3 Elektronika sp-1.jpg (371.39 KiB) Visto 763 volte

Ce n’erano però anche di forma, come l’Elektronika 53 dedicato ai più sportivi

4 Elektronika 53-2.jpg
4 Elektronika 53-2.jpg (219.1 KiB) Visto 763 volte

O l’El 74 che ha un tono decisamente più elegante e ricercato

5 Elektronika 74-1.jpg
5 Elektronika 74-1.jpg (184.12 KiB) Visto 763 volte
Nel mondo moderno, con tutti gli impegni e la necessità di seguire il ritmo della burocrazia sovietica era utilissimo anche un orologio che avesse più melodie e che così potesse avvertire il proprietario dei mille impegni della giornata.
Per chi avesse queste necessità c’era il grazioso e performante Elektronica 55

6 Elektronika 55b-1.jpg
6 Elektronika 55b-1.jpg (292.54 KiB) Visto 763 volte

Proseguiamo invece con un orologio dedicato agli amanti dell’avventura e della vita all’aria aperta; un modello che starebbe benissimo ancora aggi al polso di putin mentre galoppa gli orsi.
E’ l’Elektronika 51, praticamente un G-Shock alternativo, probabilmente molto più resistente alle intemperie di quello originale in quanto testato in Siberia sotto i cingoli dei carrarmati residuati bellici.
Praticamente con questo al polso a noi Big Jim ci fa una sexx (è un modo di dire, vuol dire che all’atto pratico ci fa poco…)

7 Elektronika 51-2.jpg
7 Elektronika 51-2.jpg (219.39 KiB) Visto 763 volte

E –a proposito di tool watches- ecco il non plus ultra della produzione ex sovietica (è infatti bielorusso da quel che si legge sul fantasioso quadrante…): un quarzo dorato, con tachimetro, pulsometro, allarme e –addirittura “Spedmaster Professional Cronograph” :-)

8 bel-1.jpg
8 bel-1.jpg (205.45 KiB) Visto 763 volte

Ovviamente non erano dimenticati nemmeno i piccoli pionieri, e accanto all’orologio per Antonio che vi ho fatto vedere ieri (avete notato che il micio fa l’occhiolino, vero?)

9 Elektronika 5 gatto.jpg
9 Elektronika 5 gatto.jpg (190.13 KiB) Visto 763 volte

Ce ne sono anche di deliziosissimi con quadrante affrescato in tema retro spaziale.
Di questo sotto è particolare anche l’abbinamento di colori

10 Elektronika baik-1.jpg
10 Elektronika baik-1.jpg (204.27 KiB) Visto 763 volte
11 Elektronika baik-2.jpg
11 Elektronika baik-2.jpg (85.22 KiB) Visto 763 volte

Per quelli che invece l’orologio al polso non lo sopportano c’erano diverse alternative…
Sono piuttosto comuni i modelli (prevalentemente da donna) da portare al collo ma ce n’erano anche da tenere in tasca, magari come portachiavin (ovviamente resistenti alle intemperie e col fondo gommato)

12 Elektronika e61-1.jpg
12 Elektronika e61-1.jpg (283.04 KiB) Visto 763 volte
13 Elektronika we61-2.jpg
13 Elektronika we61-2.jpg (268.39 KiB) Visto 763 volte

Quello che ha più stile però penso sia questo sotto, Elektronika 5 “Brest”, protetto da un accostamento esteticamente un felice di metalli e plastiche

14 Elektronika 5 brest-2.jpg
14 Elektronika 5 brest-2.jpg (92.91 KiB) Visto 763 volte
15 Elektronika 5 brest-1.jpg
15 Elektronika 5 brest-1.jpg (107.75 KiB) Visto 763 volte
16 Elektronika 5 brest-3.jpg
16 Elektronika 5 brest-3.jpg (136.24 KiB) Visto 763 volte

Ampia scelta pure per chi volesse vedere l’ora nella comodità della propria camera da letto, c’erano modelli con mille sveglie e melodie, come questo сигнал мелодиа 2 (detto anche Signal Melody)

17 Signal Melody 2 1.jpg
17 Signal Melody 2 1.jpg (176.18 KiB) Visto 763 volte

Concepito anche per venire incontro ai viaggiatori della transiberiana e dunque compattabile, richiudibile e stipabile nella valigeria

18 Signal Melody 2 2.jpg
18 Signal Melody 2 2.jpg (144.17 KiB) Visto 763 volte
19 Signal Melody 2 3.jpg
19 Signal Melody 2 3.jpg (113.8 KiB) Visto 763 volte

E c’erano modelli più concreti, quelli che –tenuti sul comodino- non hanno nessuna paura della notte artica o di essere utilizzati nel buio e nell’intimità delle proprie stanze.
Questo sotto ad esempio era reso nottilucente da un ingegnosa illampadatura interna

20 noch-1.jpg
20 noch-1.jpg (152.43 KiB) Visto 763 volte
21 noch-4.jpg
21 noch-4.jpg (164.08 KiB) Visto 763 volte

Molto particolare e degno di una nota tecnica estetica anche il prossimo che oltre alla forma stupisce per il meccanismo di significazione dell’orario.

Nel квант infatti le ore sono segnalate da una delle 12 lampade da semaforo sul quadrante mentre i minuti sono rappresentati numericamente in un quadrante a parte

22 kvnt-1.jpg
22 kvnt-1.jpg (199.38 KiB) Visto 763 volte
23 kvnt-2.jpg
23 kvnt-2.jpg (121.82 KiB) Visto 763 volte

Finiamo questa carrellata con un altro degnissimo di nota, a testimonianza di come nonostante la modernità sia un’urgenza non si debba per forza rinunciare allo stile, all’estetica, alle tradizioni e alla loro iconografia.
E allora ecco un modello che fonde (in realtà sembra più un incidente stradale ma tant’è) i due elementi e si propone come (mancato) tratto d’unione tra le due culture

24 farf-1.jpg
24 farf-1.jpg (133.88 KiB) Visto 763 volte

Bello dinanzi, bello didietro e con la donnina che quasi –ci avete fatto caso- quasi in tono di sussiegoso rimprovero richiama la vostra attenzione sul quadrante LCD? Sembra quasi brontolarvi bonariamente per il fatto d'esservi attardati ad ammirare le sue grazie, non trovate? ;-)

25 farf-3.jpg
25 farf-3.jpg (100.65 KiB) Visto 763 volte



Spunti per d'approfondimento:
http://www.leningrad.su/museum/
http://shortwaveradioworld.blogspot.com ... art-i.html
http://shortwaveradioworld.blogspot.com ... -part.html
http://shortwaveradioworld.blogspot.com ... tures.html
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
burja
senior
senior
Messaggi: 1669
Iscritto il: 17 mag 2015, 20:16

Re: Il Radiotehnika e i suoi fratelli: i quarzi sovietici più belli o particolari

Messaggio da burja » 31 mag 2017, 20:35

Ottimo servizio Danilao, prima o poi un elektronika me lo prenderò....... :D
"Niente è dimenticato, nessuno è dimenticato"

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6906
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Il Radiotehnika e i suoi fratelli: i quarzi sovietici più belli o particolari

Messaggio da DaniLao » 1 giu 2017, 8:51

burja ha scritto:Ottimo servizio Danilao, prima o poi un elektronika me lo prenderò....... :D
Grazie Burjano, come al solito introduco la modernità ma qua gli animi sono tiepidi pel quarzo :-)

Ma non ce l'hai già un'Elektronika?
Mi pare di ricordare di uno preso quasi nuovo comprensivo di scatola che la tua Signora cestinò erroneamente; o ti confondo con qualcun altro?
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
Cane
senior
senior
Messaggi: 4603
Iscritto il: 17 mag 2015, 21:02
Località: Cecina

Re: Il Radiotehnika e i suoi fratelli: i quarzi sovietici più belli o particolari

Messaggio da Cane » 1 giu 2017, 11:52

Bella carrellata.... :ok:

Interessante il primo...radio + orologio?

Ho qualche dubbio sull'efficienza della micro/antenna radio e sulla durata della pila... :roll:

Cacchio...questo avrebbe venduto alla grande in occidente... :lol:
Paolo ... "LA MEMORIA NON E' ADORARE LE CENERI, MA TENERE VIVO IL FUOCO" ( J.Brahms).

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6906
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Il Radiotehnika e i suoi fratelli: i quarzi sovietici più belli o particolari

Messaggio da DaniLao » 3 giu 2017, 22:32

Cane ha scritto: Ho qualche dubbio sull'efficienza della micro/antenna radio e sulla durata della pila... :roll:
Fai come quelli che dicono che con un Amphibia è bene non farci la doccia?

C'è bisogno che te lo rispieghi Burja che se quell'orologio l'ha fatto una fabbrica che ha meritato onori di stato funziona per forza che funzioni o no? :lol:

A parte il ruzzo, il sito sulla storia della tecnologia di trasmissione sovietica è qualcosa che lascia a bocca aperta; ci sapevano fare, senza dubbio
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

zvezda
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 1402
Iscritto il: 9 mag 2015, 22:44
Località: Roma

Re: Il Radiotehnika e i suoi fratelli: i quarzi sovietici più belli o particolari

Messaggio da zvezda » 5 giu 2017, 22:35

Bella e interessante carrellata come al tuo solito :ok: :ok:
DaniLao ha scritto:
31 mag 2017, 12:41
L’orologio, del quale non so nulla, ovvero quando e se sia stato prodotto è questo qua sotto
Sull'orologio/radio o radio/orologio ho trovato che è stato prodotto dalla Radiotehnika di Riga in almeno tre versioni a partire dal 1986. Si chiamava "Гибрид-6" (Hybrid-6) ed è stato prodotto sia in versione a ciondolo da portachiavi che da polso. In una delle varianti l'orologio è basato sul movimento 2356 elettromeccanico al quarzo. La versione illustrata da Dani costava 3 rubli e 50 copechi. (fonte: http://www.rw6ase.narod.ru/00/komb/radiochasy.html)
radiochasy.jpg
radiochasy.jpg (41.8 KiB) Visto 673 volte
radiochasy1.jpg
radiochasy1.jpg (93.92 KiB) Visto 673 volte
DaniLao ha scritto:
3 giu 2017, 22:32
Cane ha scritto: Ho qualche dubbio sull'efficienza della micro/antenna radio e sulla durata della pila... :roll:
Fai come quelli che dicono che con un Amphibia è bene non farci la doccia?
Non ricordo chi lo ha detto ma deve essere stato uno che ci capisce :mrgreen:
L'antenna è molto semplice (stilo a 1/4 di lunghezza d'onda) perciò funziona bene entro una gamma relativamente limitata di frequenze. Basta tenerla tesa, ma per questo c'è la calamita in dotazione. A onor del vero la radio dell'Hybrid-6 riceve nella gamma delle onde medie (525-1605kHz), perciò idealmente lo stilo dovrebbe essere lungo una settantina di metri per funzionare al meglio, ma ci si arrangia con quel che si ha :)
Sulla durata della batteria condivido quanto dice cane. L'Hybryd-6 montava due pile a bottone da 1.55V, una per la radio e una per l'orologio, e quella della radio non credo durasse molto.
Mi ricordo di un gadget simpatico con problemi analoghi, che possiamo considerare un progenitore del nostro Hybrid-6.
Si tratta di una radio da polso sviluppata sul finire degli anni 1940 dallo scienziato statunitense Albert Gross, e che pare abbia ispirato persino il disegnatore di Dick Tracy. La particolarità di questa radio risiede nel fatto che è a valvole (!) anzi "a valvola", nel senso che ne monta una sola :shock:
wrist_radio_small.jpg
wrist_radio_small.jpg (84.51 KiB) Visto 673 volte
La valvola si vede nel riquadro in basso, forse non è poco più grande di un chicco di riso come dice il testo dell'articolo ma è comunque davvero piccola. Ne furono realizzati alcuni prototipi, ma il problema più grande restò quello di trovare una batteria che assicurasse una adeguata autonomia all'oggetto :study: (in realtà non fu mai trovata).
GrossRadio.jpg
GrossRadio.jpg (341.13 KiB) Visto 673 volte
DaniLao ha scritto:
3 giu 2017, 22:32
C'è bisogno che te lo rispieghi Burja che se quell'orologio l'ha fatto una fabbrica che ha meritato onori di stato funziona per forza che funzioni o no? :lol:

A parte il ruzzo, il sito sulla storia della tecnologia di trasmissione sovietica è qualcosa che lascia a bocca aperta; ci sapevano fare, senza dubbio
Ma certo che ci sapevano fare. E ci sanno fare tuttora, nonostante i mezzi a disposizione non siano mai stati vastissimi. :ok:

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6906
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Il Radiotehnika e i suoi fratelli: i quarzi sovietici più belli o particolari

Messaggio da DaniLao » 1 set 2017, 21:21

Un'altra delizia, peccato davvero troppo piccola...

IMG_3318.JPG
IMG_3318.JPG (119.37 KiB) Visto 573 volte
IMG_3320.JPG
IMG_3320.JPG (81.61 KiB) Visto 573 volte
IMG_3321.JPG
IMG_3321.JPG (74.9 KiB) Visto 573 volte
IMG_3322.JPG
IMG_3322.JPG (88.29 KiB) Visto 573 volte
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6906
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Il Radiotehnika e i suoi fratelli: i quarzi sovietici più belli o particolari

Messaggio da DaniLao » 6 ott 2017, 20:58

...pure questo sul muro farebbe... effetto...

IMG_4233.JPG
IMG_4233.JPG (124.99 KiB) Visto 508 volte
IMG_4234.JPG
IMG_4234.JPG (118.94 KiB) Visto 508 volte
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6906
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Il Radiotehnika e i suoi fratelli: i quarzi sovietici più belli o particolari

Messaggio da DaniLao » 13 ott 2017, 22:40

Wow!
Questo mette d'accordo gli amici del quarzo e gli amici del miglior amico dell'uomo...


Immagine

Un pezzo di pregio assai ben lavorato


Immagine

Eccovene il sottocoda acciocché se ne apprezzino le caratteristiche tecniche


Immagine

Ben lo si colloca, praticamente ovunque, dinanzi a tende azzurre, brune, sul camino o sul comò


Immagine
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Rispondi