Orologi russi (e sovietici) celebrativi e/o commemorativi: thread collettivo

Orologeria di ogni tipo ed epoca da tutti i paesi dell'est europeo
Rispondi
Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6895
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Orologi russi (e sovietici) celebrativi e/o commemorativi: thread collettivo

Messaggio da DaniLao » 2 apr 2016, 10:56

cuoccimix ha scritto:80 euri...quelli che mi ha dato il bomba per finanziare il 300M...
Con i soldi del bomba compraci la bamba.

Lascia stare il 300m, non ti piace, molla il posto a chi lo vuol davvero e galleggia in lista d'attesa elitariamente
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6895
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Orologi russi (e sovietici) celebrativi e/o commemorativi: thread collettivo

Messaggio da DaniLao » 3 apr 2016, 23:42

Aggiorno questo topic a stretto giro perché ho avuto modo di fotografare un paio di decennali che mi piacciono assai e che meritavano di esser resi con un minimo di grazia.

Ambedue sono Vostok dedicati alla Vittoria nella Grande Guerra Patriottica per la Difesa della Madrepatria.

Partiamo dal primo,
1 Vostok 1945 1985.jpg
1 Vostok 1945 1985.jpg (500.54 KiB) Visto 1055 volte
che è particolare anzichenó, io prima non l'avevo ancora visto e dopo -cioè ora- l'ho trovato in questa discussione dove addirittura si sospetta che il quadrante non sia il suo http://forums.watchuseek.com/f10/amphib ... 080?page=1
Vostok 1985 sgranarolo.jpg
Vostok 1985 sgranarolo.jpg (169.83 KiB) Visto 1055 volte
E qua, dove non si capisce bene il colore che comunque parrebbe can giante e non blè http://www.russian-watches.be/pictures/ ... 20case.jpg
Vostok.jpg
Vostok.jpg (51.54 KiB) Visto 1055 volte
Non prendo posizione e lascio eventualmente la parola ai saggi, anche se considerata la zona di provenienza (Livorno), il periodo d'acquisto pre '93 e che ce ne siano già due eguali eguali (automatici, cassa, sfere, punto luminoso quasi sulla P) più uno simile mi fa propendere per produzione 'ufficiale'.
2 Vostok 1945 1985 2.jpg
2 Vostok 1945 1985 2.jpg (439.18 KiB) Visto 1055 volte
Forse gli hanno fatti con gli avanzi di questi (foto dalla rete a titolo esplicativo)
vostok-komandirskie-1945-85-zakaz-mo-cccp.jpg
vostok-komandirskie-1945-85-zakaz-mo-cccp.jpg (329.25 KiB) Visto 1055 volte
Detto questo mi piace molto la tonalità del blé denso e quasi granuloso, come anche il motivo grafico del quadrante, classico, pulito, simmetrico e ben equilibrato anche nei colori
Vostok 1945 1985 3.jpg
Vostok 1945 1985 3.jpg (474.52 KiB) Visto 1055 volte
Il particolarissimo cinturino nelle foto (nuovo e fatto d'un materiale indefinibile che a toccarlo fa anche un po' di ribrezzo) è quello col quale è giunto ed è stato prontamente sostituito da un più sobrio pelle blé che gli da tutto un altro tono, ma a voi lo mostro ancora così ;-)
Vostok 1945 1985 1.jpg
Vostok 1945 1985 1.jpg (470.15 KiB) Visto 1055 volte
L'altro invece vien 10 anni dopo
vostok 1945 1995 2.jpg
vostok 1945 1995 2.jpg (498.39 KiB) Visto 1055 volte
È di un bel verde scuro cangiante oro e ha indici e stella rossa al 12 applicata
vostok 1945 1995 3.jpg
vostok 1945 1995 3.jpg (503.12 KiB) Visto 1055 volte
Non male.
Stella, anni e sfera secondi in rosso gli danno una piacevole armonia.
vostok 1945 1995 4.jpg
vostok 1945 1995 4.jpg (506.5 KiB) Visto 1055 volte
Sopra ore 6 simboli di vittoria e il nastro dell'Ordine di San Giorgio Trionfante, in arancio e nero a simbolo di fuoco e polvere da sparo, colori probabilmente derivati dal primitivo stemma imperiale russo (aquila nera su uno sfondo dorato)
Vostok 1945 1995.jpg
Vostok 1945 1995.jpg (467.39 KiB) Visto 1055 volte
Le ricerca sul blé e la scoperta della controversia ha ovviamente stimolato il mio spirto agnostico e dunque oggi me lo sono goduto al polso per tutta la giornata, dallo sbocciare della primavera che si presta a sfondo e riflette sul quadrante
vostok 1945 1985 4.jpg
vostok 1945 1985 4.jpg (454.25 KiB) Visto 1055 volte
Come in situazioni più claustrofobiche di trasbordi familiari
vostok 1945 1985 5.jpg
vostok 1945 1985 5.jpg (468.96 KiB) Visto 1055 volte
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
cuoccimix
moderatore
moderatore
Messaggi: 2045
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:29

Re: Orologi russi (e sovietici) celebrativi e/o commemorativi: thread collettivo

Messaggio da cuoccimix » 4 apr 2016, 10:54

Proprio ora c'è una pagina di giornale in vendita su Ebay, questa: http://www.ebay.de/itm/Russische-Uhren- ... SwGotWkBwx

tu sai il germanico, quindi buona lettura...
Allegati
ebay.JPG
ebay.JPG (258.69 KiB) Visto 1045 volte

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6895
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Orologi russi (e sovietici) celebrativi e/o commemorativi: thread collettivo

Messaggio da DaniLao » 4 apr 2016, 11:42

cuoccimix ha scritto: tu sai il germanico, quindi buona lettura...
Eh... Questa è un'introduzione generale nel quale si dice che grazie all'articolo in oggetto sarà semplice separare i veri Vostok da i falsi come la crusca dal grano.
...purtroppo però è visibile solo 1 delle 4 pagine promesse in vendita :-/

Dunque niente di che...
Il 18 in effetti somiglia parecchio al nostro, ed ho anche l'8, l'11 il 10...

Buh, metto tra le osservate l'inserzione, son curioso.

Se qualcuno -tipo Antonio- avesse le 4 pagine complete e le volesse mettere a disposizione utilizzerò volentieri il mio germanico per provare a comprendere ciò che l'autore volesse intendere, altrimenti vediamo come va a finire :-)
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
mchap
moderatore
moderatore
Messaggi: 2607
Iscritto il: 12 mag 2015, 8:09

Re: Orologi russi (e sovietici) celebrativi e/o commemorativi: thread collettivo

Messaggio da mchap » 4 apr 2016, 16:33

Traduci pure ma non dice nulla di diverso da ciò che sappiamo (e che si sapeva). Infatti si tratta di un articolo del 1996 a cura di Juri Levenberg, altro non è che una estrapolazione :lol: dai suoi libri-cataloghi. Un articolo acritico come acritici sono i suoi cataloghi i quali rimangono comunque un buon riferimento per la quantità di foto pubblicate e se usati assieme ai testi di Ceyp, Altmeppen, e qualche altra cosina.

Il falso o originale del titolo è dovuto, come si può vedere, dal breve accenno ad un paio di cinesate, le stesse presenti nei suoi cataloghi.

Pubblico volentieri le pagine in questione mandando, affettuosamente, le peggio maledizioni e i peggiori malauguri a tutti color che strappano pagine da riviste e libri. Una abitudine odiosa che diventa particolarmente sgradevole quando è fatta al solo scopo di venderle.
Che gli possa venire un... scegliete voi :lol: (sia chiaro, solo cose tipo orticaria, brucellosi, foruncolosi, piattolame vario, micosi pruriginose, eczemi purulenti, eccc., nulla di più grave)



Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (P. Neruda)

Avatar utente
cuoccimix
moderatore
moderatore
Messaggi: 2045
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:29

Re: Orologi russi (e sovietici) celebrativi e/o commemorativi: thread collettivo

Messaggio da cuoccimix » 4 apr 2016, 17:04

mchap ha scritto:Pubblico volentieri le pagine in questione mandando, affettuosamente, le peggio maledizioni e i peggiori malauguri a tutti color che strappano pagine da riviste e libri. Una abitudine odiosa che diventa particolarmente sgradevole quando è fatta al solo scopo di venderle.
Che gli possa venire un... scegliete voi :lol: (sia chiaro, solo cose tipo orticaria, brucellosi, foruncolosi, piattolame vario, micosi pruriginose, eczemi purulenti, eccc., nulla di più grave)
Azz! Io vent'anni fa spaginavo le riviste di moto, ma non le vendevo :) era solo per ridurre il "volume" ormai diventato inquietante...anche perchè Motociclismo, a partire dagli anni '90 e ancor di più in seguito, conteneva una quantità inaudita di pubblicità...che era completamente inutile. Ecco perchè a tutt'oggi soffro di dermatite :lol: comunque ho regalato tutto al mio meccanico...erano tre raccoglitori enormi di pagine con prove su strada e altro.

Bene, Antonio ci ha messo la farina, ora Daniele, da bravo germanista quale è, tradurrà o si farà tradurre tutto per filo e per segno...

Avatar utente
mchap
moderatore
moderatore
Messaggi: 2607
Iscritto il: 12 mag 2015, 8:09

Re: Orologi russi (e sovietici) celebrativi e/o commemorativi: thread collettivo

Messaggio da mchap » 4 apr 2016, 19:38

Miché, ho ammorbidito il discorso generalizzando, di fatto gli strali malevoli erano diretti a chi sfregia per vendere. Anch'io negli anni '80 staccavo qualche pagina :oops: dalle riviste di informatica per inserirle in cartelline ben ordinate, pagine di codice o articoli particolarmente interessanti. Allora gli scanner erano solo una pura fantasia. E ora mi mangio le mani, mi strappo le unghie, perché avrei preziose annate di preziose riviste in qualche caso rovinate dalla mancanza di qualche pagina :cry2:

Il testo dell'articolo è praticamente alla versione inglese del libro di Levenberg.

Del Wostok in questa versione di sicuro ce l'ho in questa versione

P4298331.jpg
P4298331.jpg (253.49 KiB) Visto 1021 volte
Dovrei verificare per la cassa ampfhibia, ma che importanza avrà mai? se mi dovesse mancare me lo faccio :lol:
E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (P. Neruda)

robyvintage
user
user
Messaggi: 100
Iscritto il: 14 nov 2015, 18:35

Re: Orologi russi (e sovietici) celebrativi e/o commemorativi: thread collettivo

Messaggio da robyvintage » 5 apr 2016, 21:01

Questo è il mio. :bye: :bye:
untitledzz.png
untitledzz.png (347.91 KiB) Visto 1009 volte

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6895
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Orologi russi (e sovietici) celebrativi e/o commemorativi: thread collettivo

Messaggio da DaniLao » 6 apr 2016, 10:40

Allora, veniamo a noi e all’articolo sopra postato.

Innanzitutto concordo con Mchap che lo scritto sia fatto un po’ così e che fornisca, alla maniera del Levenberg, informazioni quantomeno parziali e senza citare troppe fonti, però qualcosa lo dice, ma andiamo per ordine.

La prima pagina racconta che dopo il ’92 c’è stato molto meno controllo sulla produzione degli orologi. Che dal ’92 al ’94 sono arrivati ancora sul mercato orologi con diciture (in cirillico o in inglese) “Made in USSR” o Zakaz e che i quadranti erano prodotti non solamente da Vostok “ufficialmente” ma anche da società minori.

Secondo l’articolo gli orologi da 1 a 20 montano un calibro automatico 2416 in cassa Amphibia e sono stati fatti tutti in Russia nel 1995 diversamente da quanto riporti l’indicazione USSR o ZAKAZ sul quadrante.

Gli orologi 1, 5, 6, 8, 9, 11, 12 e 19 che riportano l’indicazione USSR in cirillico si rifanno (sono simili) a quadranti di prima della dissoluzione che però ai tempi avrebbero avuto un movimento manuale (non automatico come nei casi presentati) che sarebbero stati in casse resistenti all’acqua e non Amphibia.
Tale accrocchio avrebbe ovviamente, motivo commerciale e renderebbe più appetibile l’acquisto.

Molto conosciuti anche i quadranti 5, 6, 11, 12, 15, 18 e 19 che erano prodotti anche negli anni ’80, ma Vostok ha iniziato a produrre automatici all’inizio degli anni ’80, dunque anche questi provengono dal ’95 Russo (fino a qua non ho ancora compreso come arrivi proprio al ’95, sarà quando ha scritto il libro o l'articolo… n.d.t.).

Ci sono poi modelli nei quali non ci sono similitudini negli anni ’70 e ’80, ad esempio il 2, che nonostante la dicitura sovietica non si sia mai visto prima e comunque non vada bene con questo movimento.
Anche per il 15 e il 18 c’erano quadranti simili ma non in questa cassa e con questo movimento.
Altra nostra conoscenza è il 10, che è una novità. Rispetto agli W&CM più anziani il triangolo non è fluorescente, il colore dei numeri è diverso e nell’originale non ci sono punti luminosi in prossimità degli indici.

Poi lo scritto passa a discorrere dei 3133 presentati nella seconda pagina.
Per ora non ho letto con attenzione perché mi interessava approfondire la faccenda del Vostok 1945-1985 che è molto simile ad uno presentato in queste immagini, il 18. Non è propriamente lo stesso ma forse la storia potrebbe essere simile.

Comunque se avete qualcosa che vi incuriosisce anche in quella pagina ditemelo che mi applico.

Tornando al 18, quello da me presentato sopra…
Le considerazioni su cassa e movimento lo farebbero sembrare un accrocchiato prodotto dopo (nel 1995?).
Nella terza pagina (o pagina 197 che dir si voglia) si legge ancora che quello presentato ha un quadrante metallico color bronzo (il nostro invece è blu non metallico ma per il resto del tutto simile), che modelli simili ne sono stati effettivamente fatti negli anni ’80 ma in quelli più vecchi sia gli anni che le altre scritte sarebbero dorate e più sottili. I modelli anni ’80 non sarebbero stati prodotti con quadranti metallici.

Tirando le somme questo mi pare che abbia casa e movimento che mal combaciano con l’indicazione sul quadrante e col 1985 al quale lo si potrebbe voler far risalire. Non ha quadrante metallico ma le scritte non mi sembrano di quelle sottili...

Detto questo ringrazio dunque Antonio per aver messo a disposizione l’articolo completo, ero rimasto incuriosito dall’anteprima di Michele :-)
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6895
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Orologi russi (e sovietici) celebrativi e/o commemorativi: thread collettivo

Messaggio da DaniLao » 9 apr 2016, 17:32

Cari soci, due giorni orsono (ovvero giovedì) ho riparlato con Giuseppe, l'ormai celebre collezionista livornese dal quale ho preso il 45-85 blé e -tra una cosa e l'altra- l'ho interrogato di nuovo sulla faccenda delle date e su quel che mi ricordavo mi avesse detto in merito.

Lui conferma la sua versione, anzi, è stato piuttosto preciso (come al solito) nel rammentarsi che avrebbe preso quello sopra insieme a quello sotto a Varsavia nel 1992.
Quando ho provato ad intervenire sostenendo che ci si potesse far lo sconto e mettere un annetto in più per starci larghi è stato però categorico: nel 1993 ha comprato gli ultimi pezzi della sua collezione, poi ha smesso, dunque dice che si ricorda bene e che non c'è margine d'errore, tantopiù di un anno.

Buh, è uomo preciso e pare che la memoria non gli faccia cilecca.
Ci fosse anche quel famoso anno in più di comporto sarebbe difficile arrivare al 1995 pluricitato da Levenberg...

Comunque, ecco qua il numero 8 della pagina già citata
Votok краповые береты.JPG
Votok краповые береты.JPG (438.23 KiB) Visto 989 volte
Sul quadrante c'è la dedica ai краповые береты ovvero ai berretti marroni https://ru.wikipedia.org/wiki/%D0%9A%D1 ... 0%B5%D1%82

e come insieme non è niente male
Votok краповые береты 1.JPG
Votok краповые береты 1.JPG (452.32 KiB) Visto 989 volte
Nell'articolo citato per il numero 8, oltre una sommaria descrizione c'è scritto solo -e laconicamente- che è un quadrante falso perché nonostante riporti CCCP è stato fatto (e te pareva...) nel 1995 ;-)

Ultima fotola
Votok краповые береты 2.JPG
Votok краповые береты 2.JPG (464.59 KiB) Visto 989 volte
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Rispondi