Sovietaly Blog: perchè l'orologeria sovietica e russa è diventata una passione

Orologeria di ogni tipo ed epoca da tutti i paesi dell'est europeo
Avatar utente
mchap
moderatore
moderatore
Messaggi: 2385
Iscritto il: 12 mag 2015, 8:09

Re: Sovietaly Blog: perchè l'orologeria sovietica e russa è diventata una passione

Messaggio da mchap » 12 giu 2018, 7:07

sovietaly ha scritto:
12 giu 2018, 6:16
Ho un caratteraccio, dovresti saperne qualcosa... :lol: :lol: :lol: :lol:
e perché mai dovrei saperlo? visto che non hai mai frequentato i forum di orologeria russa (gli unici che io ho seguito negli anni) e non seguo facebook.
E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (P. Neruda)

Avatar utente
sovietaly
user
user
Messaggi: 72
Iscritto il: 25 set 2017, 21:47
Località: Milano
Contatta:

Re: Sovietaly Blog: perchè l'orologeria sovietica e russa è diventata una passione

Messaggio da sovietaly » 12 giu 2018, 7:20

Hai proprio ragione, esperienza basata semplicemente sugli ultimi due giorni. Me ne faccio una ragione e si continua non contando su di un tuo possibile supporto alla discussione. Peccato... :cry:
QUI la mia collezione di orologi russi e sovietici

zvezda
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 1151
Iscritto il: 9 mag 2015, 22:44
Località: Roma

Re: Sovietaly Blog: perchè l'orologeria sovietica e russa è diventata una passione

Messaggio da zvezda » 12 giu 2018, 22:45

In genere non sarebbe buona norma mischiare informazioni eterogenee in un topic, ma ormai ci siamo...
Tutti sappiamo che il quadrante del Raketa 24h non è destinato all'uso che lascia intendere. E' fatto per chi ha piacere di immedesimarsi nei ruoli a cui l'orologio allude, per chi vuole sentirsi almeno una volta operatore radio o sentinella di marina, o magari vuol solo avere un pretesto per fare due chiacchiere in allegria ;-)
All'epoca del Raketa, gli operatori radio imparavano a memoria gli intervalli di silenzio radio al secondo giorno di corso, e una volta in mare non avevano certo bisogno di un quadrante speciale al polso o su una parete per ricordarseli.
L'impiego dei canali di servizio nelle varie gamme (MF a 500kHz ormai in disuso, HF a 2.182MHz, o il canale 16 VHF a 156.8MHz) era piuttosto intenso ed era quindi necessario/obbligatorio un periodo di silenzio ogni tanto per poter ascoltare eventuali segnalazioni di emergenza come Mayday, DSC o allarmi meteo (una situazione che in parte è ancora valida ai giorni nostri).
Stessa considerazione vale per i turni di quattro ore delle sentinelle, che al massimo avevano bisogno di una sveglia per non disertare il turno montante. Comunque, osservo che non è consentito (in teoria) fare più di due turni di guardia consecutivi senza fare almeno un turno di riposo. Che sia stato questo a spingere il disegnatore nella scelta dei colori dei segmenti?

Avatar utente
sovietaly
user
user
Messaggi: 72
Iscritto il: 25 set 2017, 21:47
Località: Milano
Contatta:

Re: Sovietaly Blog: perchè l'orologeria sovietica e russa è diventata una passione

Messaggio da sovietaly » 15 giu 2018, 14:33

zvezda ha scritto:
12 giu 2018, 22:45
Tutti sappiamo che il quadrante del Raketa 24h non è destinato all'uso che lascia intendere. E' fatto per chi ha piacere di immedesimarsi nei ruoli a cui l'orologio allude, per chi vuole sentirsi almeno una volta operatore radio o sentinella di marina, o magari vuol solo avere un pretesto per fare due chiacchiere in allegria ;-)
Concordo pienamente sul divertente utilizzo del Raketa "Marine". Tutto è fuorchè un orologio per utilizzo militare...
Però mi ricordo che negli anni '90 la leggenda era stata trasformata in realtà e per diverso tempo fui convinto di avere al polso ( parlo di un vostok automatico) un orologio militare russo. :lol: :lol: :lol: :lol:
zvezda ha scritto:
12 giu 2018, 22:45
Stessa considerazione vale per i turni di quattro ore delle sentinelle, che al massimo avevano bisogno di una sveglia per non disertare il turno montante. Comunque, osservo che non è consentito (in teoria) fare più di due turni di guardia consecutivi senza fare almeno un turno di riposo. Che sia stato questo a spingere il disegnatore nella scelta dei colori dei segmenti?
Questa informazione è decisamente interessante. L'unica fonte a cui sono riuscito a rivolgermi è un comandante di mercantile civile che mi parlava di tre turni di 8 ore. Direi che è una buona informazione su cui basare qualche ricerca. Ho letto anche che durante la giornata uno dei turni veniva spezzato in due ore per permettere la rotazione dei turni delle sentinelle durante la navigazione. In precedenza ho pensato anche a qualcosa del genere.

Comunque grazie
QUI la mia collezione di orologi russi e sovietici

Rispondi