Vostok, Raketa ecc. "aziendali/istituzionali": thread collettivo

Orologeria di ogni tipo ed epoca da tutti i paesi dell'est europeo
Rispondi
Avatar utente
cuoccimix
moderatore
moderatore
Messaggi: 1984
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:29

Re: Vostok, Raketa ecc. "aziendali/istituzionali": thread collettivo

Messaggio da cuoccimix » 26 giu 2015, 12:26

Pezzo interessante, e io che avevo pensato alla BAT (Barletta-Andria-Trani)... :lol:
Stavo pensando in questo momento che con questi nostri thread potrebbero succedere due cose:

1) il collezionista medio di non-russi s'entusiasma, inizia a prendere tutti i celebrativi, i prezzi aumentano e di nuovo lo prendiamo in quel posto;

2) Putin ci manda a rapire, ci buttano nel cassone di un GAZ-66, ci portano bendati e legati fino in Russia e ci chiedono perchè cacchio ci andiamo a interessare delle cose loro, alla fine rimaniamo lì e ci sposiamo con due troioni di un metro e 80 da urlo :inlove:

Nella prima ipotesi, si deve sperare e contare sull'intrinseca bruttezza degli aziendali che repelle i cultori del sobrio, mentre nel secondo si deve sperare che vitto e alloggio siano buoni e che le tipe siano come si deve :ok1:

Avatar utente
mchap
moderatore
moderatore
Messaggi: 2607
Iscritto il: 12 mag 2015, 8:09

Re: Vostok, Raketa ecc. "aziendali/istituzionali": thread collettivo

Messaggio da mchap » 26 giu 2015, 13:36

La dritta sul BATT l'ho data io? :o :shock: enmmeno me lo ricordo :lol:
E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (P. Neruda)

S.P.K.
advanced user
advanced user
Messaggi: 550
Iscritto il: 26 mag 2015, 11:44

Re: Vostok, Raketa ecc. "aziendali/istituzionali": thread collettivo

Messaggio da S.P.K. » 26 giu 2015, 15:05

io di sicuro no, penso più in grande, ho una riflessione più orientata alle BATT one che al BAT :dance:

Ciao ciao.

Avatar utente
cuoccimix
moderatore
moderatore
Messaggi: 1984
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:29

Re: Vostok, Raketa ecc. "aziendali/istituzionali": thread collettivo

Messaggio da cuoccimix » 27 giu 2015, 12:11

Oggi posto due orologi che ritengo fra i più graziosi della mia collezione (sono praticamente NOS a dispetto delle foto orribili e piene di ditate e polvere), e si sa che le rose più belle sono sempre le più spinose: non sono riuscito ad identificare i loghi. Quindi rimangono due oggetti belli quanto misteriosi. Il primo:
P1010586.JPG
P1010586.JPG (155.5 KiB) Visto 600 volte
e in una foto migliore risalente al lontano 2008 (l'anno in cui l'ho comprato)

Immagine

La seconda foto la postai su Watchuseek nella speranza che qualcuno riuscisse a decifrare il logo, l'ipotesi prevalente era "Linon", ma trovai solo un riferimento a un'azienda tessile di Kazan. Un'altra persona mi suggerì invece la teoria che potesse essere la branca locale di un produttore di mobili:
linon.png
linon.png (2.65 KiB) Visto 600 volte
questo è un logo moderno, in effetti qualcosa in comune (l'onda) ce l'ha, ma si rimane sul vago. Chissà poi se è veramente "Linon" il nome...

Il secondo orologio misterioso:
P1010612.JPG
P1010612.JPG (152 KiB) Visto 600 volte
Anche qui foto di schifo con la lancetta secondi che puntualmente copre la scritta al momenti giusto...comunque si tratta di "MMC", e qui si brancola nel buio più totale...con quella sigla escono centri medici, villaggi vacanze...e quel "gatto" stilizzato che felinamente continua a rimanere oggetto di mistero. :dunno:

Se qualcuno ne sa di più, lasci un messaggio in bottiglia in questo laghetto che è CCCP forum :ok1: :|

S.P.K.
advanced user
advanced user
Messaggi: 550
Iscritto il: 26 mag 2015, 11:44

Re: Vostok, Raketa ecc. "aziendali/istituzionali": thread collettivo

Messaggio da S.P.K. » 27 giu 2015, 12:16

Ciao,

Molto, molto belli!

Quello con il gattino c'è sul Levemberg, di solito non approfondisce gran ché, ma vale la pena dare un occhio se c'è qualche info.....

Ciao ciao.

Michele.

Avatar utente
cuoccimix
moderatore
moderatore
Messaggi: 1984
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:29

Re: Vostok, Raketa ecc. "aziendali/istituzionali": thread collettivo

Messaggio da cuoccimix » 27 giu 2015, 18:52

S.P.K. ha scritto:Ciao,

Molto, molto belli!

Quello con il gattino c'è sul Levemberg, di solito non approfondisce gran ché, ma vale la pena dare un occhio se c'è qualche info.....
Eh, vedi, vedi :king: anche se sul Levenberg non si sono mai trovate notizie molto attendibili.
Nel frattempo chiudo la settimana con questo qui. per una volta, non un Vostok, ma un Raketa 24H. Ecco a voi il "Karelrybflot", che nasconde una storia interessante.
P1010627.JPG
P1010627.JPG (156.5 KiB) Visto 594 volte
P1010629.JPG
P1010629.JPG (149.5 KiB) Visto 594 volte
Cos'era la "Karekrybflot"? La ricerca con i caratteri latini del logo, oltre che di indubbio aiuto, ci restituisce delle pagine di cronaca tipiche della disastrata Russia fine anni '90. Come dice il nome, era una flotta di navi da pesca con sede a Murmansk, Carelia. Nel 1997 la flotta venne ingaggiata da una società neozelandese che andò in bancarotta: risultato, 114 marinai russi rimasero allo sbando in un porto neozelandese, senza soldi, acqua e corrente elettrica a bordo.
Qui un completo articolo in inglese: http://www.catholicworker.org.nz/cg/CG0 ... sgrace.htm

Alla fine 6 pescatori vennero risarciti con 11.000 dollari ciascuno, gli altri se n'erano già tornati a casa con le pive nel sacco, qui l'articolo: http://www.themoscowtimes.com/news/arti ... 76840.html
Da un PDF e da una ricerca in russo ho trovato anche foto e nomi di 3 delle 4 navi coinvolte, la "Osha", la "Orlovka" e la "Om", foto sotto tratte da http://korabli.qdg.ru/sudno9/view/5/1/:
osha.jpg
osha.jpg (19.45 KiB) Visto 594 volte
orlovka.JPG
orlovka.JPG (27.57 KiB) Visto 594 volte
om2.jpg
om2.jpg (27.87 KiB) Visto 594 volte
om.jpg
om.jpg (11.1 KiB) Visto 594 volte
Queste storie erano frequenti nel caos post-sovietico, lo stesso veliero per cadetti "Sedov" rischiò più volte di essere pignorato per debiti russi verso qualche nazione, con relative fughe precipitose dal porto di approdo, quindi potete immaginare come se la passassero dei poveri pescatori. Un estratto dell'articolo in inglese dà l'idea della loro disperazione: "Siamo affamati, non possiamo mandare i soldi per curare o educare i nostri figli. Forse legalizzeranno le pistole. Sì, è un'idea". Chissà quante altre vite sono state divorate dalla crisi in quegli anni e nessuno ne fa il conto. E' un pò quello che sta succedendo in Italia.

Quanto all'orologio, ha un quadrante molto bello con indici e lancette più gradevoli della media, le condizioni non erano al top (provenienza Russia), ho dovuto riverniciare la lunetta in quanto aveva perduto il rivestimento nero d'origine...qualche ritocco va ancora dato...comunque, anche per l'orologio una storia a (quasi) lieto fine.

S.P.K.
advanced user
advanced user
Messaggi: 550
Iscritto il: 26 mag 2015, 11:44

Re: Vostok, Raketa ecc. "aziendali/istituzionali": thread collettivo

Messaggio da S.P.K. » 27 giu 2015, 20:02

Non era il Levemberg, era il Ceyp, :read2: pg 43 libro 1 foto 51. Orologio della fabbrica di giocattoli di Mosca, con un lupetto stilizzato sul quadrante..il Ceyp per fortuna è assai più completo. :superhappy: Ciao ciao.

Avatar utente
cuoccimix
moderatore
moderatore
Messaggi: 1984
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:29

Re: Vostok, Raketa ecc. "aziendali/istituzionali": thread collettivo

Messaggio da cuoccimix » 28 giu 2015, 0:36

S.P.K. ha scritto:Non era il Levemberg, era il Ceyp, :read2: pg 43 libro 1 foto 51. Orologio della fabbrica di giocattoli di Mosca, con un lupetto stilizzato sul quadrante..il Ceyp per fortuna è assai più completo. :superhappy: Ciao ciao.
Grazie mille! :bravo:

Tuttavia ho provato a fare delle ricerche e non risulta nessuna fabbrica di giocattoli con quella sigla "MMC"...però se lo dice il Ceyr :dunno: almeno abbiamo un'ipotesi :king:

Avatar utente
mchap
moderatore
moderatore
Messaggi: 2607
Iscritto il: 12 mag 2015, 8:09

Re: Vostok, Raketa ecc. "aziendali/istituzionali": thread collettivo

Messaggio da mchap » 28 giu 2015, 9:39

Come sempre tutti molto belli e interessanti. Lo dico per l'ultima volta: presentazioni superbe. Continuare a ripeterlo non sarebbe di buon gusto :)

In particolare mi ha colpito il Raketa 24hr, non ricordo di averlo visto altre volte.
E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (P. Neruda)

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6666
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Vostok, Raketa ecc. "aziendali/istituzionali": thread collettivo

Messaggio da DaniLao » 28 giu 2015, 20:28

Fratelli e sorelle (ma anche, perché no, nipotine da parte di fava)

eccoci ad un'altra puntata per la quale vi invito a prendere posto comodamente al sedile che vi hanno indicato, il cielo è sereno e l'arrivo è previsto in orario

Immagine

Come a questo punto si dovrebbe immaginare trattasi di orologio commemorativo a tema volatile (ok, mi piaceva la licenza poetica...).
E' questo sotto

Immagine

Che, come si desume dal quadrante, si riferisce al primo volo di linea tra Mosca e Nizhniy Novgorod avvenuto il 7 (o 15) luglio del 1923.

Immagine

Era un periodo di grande fervore per l'aviazione sovietica, e la figura del pilota era d'esempio e sprone per le masse, la propaganda giocava molto sul ruolo dei conquistatori del cielo che lottavano contro la gravità ed erano fiero stimolo per l'orgoglio della repubblica dei soviet.
C'erano persino raccolte di sonetti dedicate all'imprese degli uomini volanti

Immagine

L'aereo dell'impresa era uno Junkers F13 tedesco dal nome “Prombank” ed era condotto dal pilota della società Dobrolet (già, perché Aeroflot sichiama così solo dai primi del 1930...) Iakov Moiseev (o Jakob Moisejev... Insomma, per essere precisi Моисеев, Яков Николаевич) che è quest'uomo sotto

Immagine

L'F13 aveva spazio per 4 passeggeri e 2 persone dello staf di bordo (uno dei due si potrebbe immaginare fosse il conducente...).
Era comunque simile a questo sotto (che è sempre un F13 ma -credo- di un paio di anni più recente rispetto il 1923).

Immagine

E forse (ma la foto l'ho presa da un sito russo e quindi garantisco solo al 90%) è questo qua

Immagine

L'evento è immortalato anche in un poster di Rodčenko (del quale, peraltro, è anche la copertina della citata raccolta di poesie)

Immagine

L'orologio è piuttosto grazioso, e nonostante il quadrante sia zeppato di abbastanza elementi costoro sono sufficientemente omogenei e organizzati con equilibrio.
C'è disegnato il bell'aeroplanino (con un URSS sull'ala che non guasta) e, sopra ore 6, in rosso a riprendere il 12, c'è scritto, per l'appunto “1923 Mosca Nizhniy Novgorod”.
Come si vede la corona è ad ore 2.

Immagine

Oltre al 1923 non ci sono altre date sul quadrante, dunque non ci è dato di sapere se è stato fatto per un'occasione particolare (decennale o roba del genere...).
In rete ci sono notizie sulla riedizione del volo con sfarzo celebrativo nel 2013. Lo stile dell'orologio sarebbe (a sentore) primi anni '90 e sul sito di Aeroflot (in occasione delle celebrazioni del 2013) si legge “This year (2013) Aeroflot also celebrate the 15th anniversary of resuming regular flights from Moscow to Nizhniy Novgorod canceled in early 90s. In 2011 the flights became daily.”
Da nessuna parte è menzionata Aeroflot, strano no? Possibile che l'orologio sia stato fatto per tenere a mente un iniziativa non istituzionale, chi ne sapesse qualcosa parli pure...

Immagine

Qualcuno ha da aggiungere altro?
In caso contrario, rimettetevi seduti, allacciate le cinture di sicurezza, e incastonate il tavolino di sicurezza nel sedile davanti a voi che stiamo per atterrare a Nizhniy Novgorod

Immagine

La solita foto di commiato e buon divertimento :-)

Immagine

Fonti:
https://www.aeroflot.ru/cms/en/new/32595
http://www.webcitation.org/68F13Nf2w
https://en.m.wikipedia.org/wiki/Aeroflot_destinations
https://ru.m.wikipedia.org/wiki/Моисеев ... Николаевич
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Rispondi