Il "Fascismo eterno" di Umberto Eco

Letteratura legata all'orologeria
Rispondi
cpc
senior
senior
Messaggi: 1280
Iscritto il: 18 mag 2015, 17:55
Località: Osimo

Il "Fascismo eterno" di Umberto Eco

Messaggio da cpc »

Scorrere la discussione recentemente chiusa da Danilao mi ha fatto tornare in mente questo piccolo libretto:Immagine

Inviato dal mio VFD 610 utilizzando Tapatalk


All'interno potrete trovare un breve saggio intitolato "il fascismo eterno" o "Totalitarismo fuzzy e ur-fascismo".
Si tratta di una lettura quanto mai interessante di questi tempi dominati da chi, nel nome del superamento dei concetti di destra e sinistra, mette in discussione alcuni dei principi fondamentali sui quali si è costruita la nostra (debole e imperfetta) democrazia.
Chi non lo conosce se lo vada a cercare!
A questo indirizzo potete leggerne uno stralcio: https://criticaimpura.wordpress.com/201 ... berto-eco/
Immagine
Ultima modifica di cpc il 12 mar 2019, 23:13, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
mchap
moderatore
moderatore
Messaggi: 2655
Iscritto il: 12 mag 2015, 8:09

Re: Il

Messaggio da mchap »

Ti ringrazio per aver portato all'attenzione il libro di Eco, sono ormai passati venti anni dalla sua uscita e alcuni articoli sono ancora più lontani, fine anni '80 se non ricordo male. A tutt'oggi rimangono testi di grande attualità.

Da sottolineare che quella di Eco non è solo una riflessione sul fascismo ma è anche, almeno per quello che mi ha lasciato, un importante punto di riferimento su quella che può essere chiamata "la retorica dell'antifascismo".

Umberto Eco è stato uno dei grandi della cultura italiana, sempre stimolante, sempre molto da imparare da lui. Un vero e proprio maestro.

Quando si parla di fascismo spesso io parlo di "caratteriale", è un espressione comoda ma può essere fuorviante se non intesa correttamente. Caratteriale starebbe a significare qualcosa che va oltre la semplice dichiarazione di appartenenza. Definizione troppo vaga, però comoda in un discorso veloce tanto per farsi capire a livello intuitivo.

Ovviamente l'UR-fascismo di Eco definisce molto meglio il concetto, non è nemmeno il caso di dirlo, ma trovo scomodo usare questo termine nel discorso quotidiano, richiede tempo e spazio per essere spiegato. Quanti capirebbero?

E intendiamoci, nel dibattito quotidiano non è che si può sempre stare a fare grandi analisi e distinguo, bisogna pur essere diretti e comprensibili. E soprattutto essere chiari nel prendere posizione su un tema così importante.
Per cui il discorso sulla "retorica dell'antifascismo" ci si deve capire. La lettura di questi scritti di Umberto Eco aiuta ad acquisire consapevolezza e a rafforzare le proprie motivazioni.
In altre parole aiuta ad essere più onesti con se stessi, con quanto di "fascista" è in noi.
Un ventennio di regime fascista, una epurazione mancata, l'esistenza di una vasta "zona grigia" e tanto altro hanno fatto sì che nella nostra società quella mentalità è rimasta sottotraccia, spesso neppure troppo velatamente.

Del resto anche oggi non è che scherziamo. Basta guardare a certi personaggi dell'attuale scena politica, al loro modo di comportarsi e il linguaggio che usano.

Quindi grazie di nuovo per aver ricordato questo libro. Un buon invito ad una buona lettura e relative riflessioni.
(è un libricino, sono poche pagine, comprensibile a tutti. Non ci sono scuse, è da leggere.)
E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (P. Neruda)
cpc
senior
senior
Messaggi: 1280
Iscritto il: 18 mag 2015, 17:55
Località: Osimo

Re: Il

Messaggio da cpc »

MI fa piacere che il mio suggerimento sia condiviso!
Si tratta di un piccolo "vademecum" che aiuta a riconoscere il fascismo anche quando si propone in forme nuove ed apparentemente distanti.

"Ritengo sia possibile indicare una lista di caratteristiche tipiche di quello che vorrei chiamare l''Ur-Fascismo', o il 'fascismo eterno'. L'Ur-Fascismo è ancora intorno a noi, talvolta in abiti civili. Sarebbe così confortevole, per noi, se qualcuno si affacciasse sulla scena del mondo e dicesse: 'voglio riaprire Auschwitz, voglio che le camicie nere sfilino ancora in parata sulle piazze italiane!'. Ahimè, la vita non è così facile. L'Ur-Fascismo può ancora tornare sotto le spoglie più innocenti. Il nostro dovere è di smascherarlo e di puntare l'indice su ognuna delle sue nuove forme - ogni giorno, in ogni parte del mondo." (Umberto Eco)

P.S. ho visto che l'hanno ripubblicato: cosa si può volere di più per 4 euro e 50?
Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 7998
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Il "Fascismo eterno" di Umberto Eco

Messaggio da DaniLao »

Grazie CPC, riletto volentierissimo.

Perché “solo le parole contano e il resto sono chiacchiere” come giustamente ebbe modo d’osservare Ionesco, una volta
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi
Avatar utente
totorex
senior
senior
Messaggi: 854
Iscritto il: 21 mag 2015, 15:12

Re: Il

Messaggio da totorex »

Minchia lo Sherlock Holmes (solo Sherlock) dell'antifascismo :lol: :lol: :lol: :lol:
Avatar utente
mchap
moderatore
moderatore
Messaggi: 2655
Iscritto il: 12 mag 2015, 8:09

Re: Il

Messaggio da mchap »

Un articolo di un grande storico, Carlo Ginzburg: https://rep.repubblica.it/pwa/commento/ ... P1-S2.4-T1
E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (P. Neruda)
Avatar utente
Cane
senior
senior
Messaggi: 5681
Iscritto il: 17 mag 2015, 21:02
Località: Cecina

Re: Il

Messaggio da Cane »

Il 90% dei segnali citati da Eco sono presenti nella nostra societa'....(soprattutto adesso)

I segnali sono evidenti, l'ultimo baluardo sono i pochi sopravvissuti ai campi di concentramento e i pochi partigiani rimasti, cioè coloro che rappresentano la memoria vivente dell'orrore. Quando anche questi ultimi scompariranno, non ci sarà più nessuno a testimoniare l'orrore e tutto verrà ridotto a barzelletta e fake new.
Paolo ...
Rispondi