Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Svago, allegria, ricette e tutto ciò che non rientra nelle altre categorie
Rispondi
zvezda
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 1332
Iscritto il: 9 mag 2015, 22:44
Località: Roma

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da zvezda » 1 mar 2019, 22:19

Quadraro. Zona sud orientale di Roma, non lontano da Cinecittà.
Da queste parti ci capito spesso per lavoro. Uso la metropolitana, si fa presto e si evitano traffico e problemi di posteggio.
Oggi è una bella giornata e sono in anticipo, perciò decido di scendere a Porta Furba e fare due passi.
Questa è la stazione della metro. Le foto non sono mie, le ho prese da google maps cercando di rendere l'idea del percorso fatto a piedi. Il tempo è bello stamattina, proprio come nelle foto.
p01.jpg
p01.jpg (92.84 KiB) Visto 209 volte
.
Non conosco bene questa zona, so che non ha una gran fama ma la cosa non è importante.
Ci sono tanti alberi, dovunque. E' una delle cose belle di Roma, anche se l'incuria e un vento terribile hanno provocato danni e vittime facendone cadere trecento appena qualche giorno fa.
Seguo la strada sulla destra, anche perché sono incuriosito dai murales che si intravedono.
p02.jpg
p02.jpg (88.31 KiB) Visto 209 volte
.
Sono api :-)
Sulla sinistra si intravede la scritta "You are now entering free Quadraro". Suona come un monito più che un benvenuto.
p03.jpg
p03.jpg (117.13 KiB) Visto 209 volte
.
Proseguendo lungo la strada costeggio un parco, incolto e rigoglioso come tanti altri qui a Roma.
p04.jpg
p04.jpg (126.27 KiB) Visto 209 volte
.
Per arrivare all'ingresso devo fare un lungo giro, ma alla fine eccomi al cancello.
Qui a Roma per fortuna siamo pieni di parchi. Ho ancora un po' di tempo e mi fa piacere respirare un po' d'aria buona.
p05.jpg
p05.jpg (112.9 KiB) Visto 209 volte
.
Qualche albero lo hanno tagliato, doveva essere proprio in pessime condizioni :-)
Comunque si sta benissimo, l'aria è fresca e ci sono persone che leggono il giornale, bambini che giocano, gente che corre.
E' un'atmosfera serena e rilassante.
p06.jpg
p06.jpg (98.22 KiB) Visto 209 volte
.
Oh, ma guarda. Il parco è dedicato ad una data. Parco XVII Aprile. E quella dietro cos'è? Una statua?
p07.jpg
p07.jpg (65.4 KiB) Visto 209 volte
.
E' un monumento. Di un tipo che non mi aspettavo.
Raffigura una scena atroce, è un pugno nello stomaco.
p08.jpg
p08.jpg (92.27 KiB) Visto 209 volte
.
A fianco, un'iscrizione.
p09.jpg
p09.jpg (80.67 KiB) Visto 209 volte
.
Rabbrividire, sentire una morsa allo stomaco, un misto di rabbia e disperazione. Ricordare. Tutto in un momento.
La storia del Quadraro non è molto nota al di fuori della Capitale. Era un quartiere di gente povera ma coraggiosa. La loro fiera opposizione al fascismo durante la guerra gli valse l'appellativo di "nido di vespe". Per sfuggire ai rastrellamenti si diceva "o vai al Vaticano o vai al Quadraro". Fino a quel 17 di Aprile 1944, quando un nemico cieco di rabbia e ormai con le spalle al muro colpì con un'ultima rappresaglia. Furono deportati novecento uomini, i dettagli del rastrellamento del Quadraro si trovano in giro.
Oggi è così, e mi fa provare un senso di orgoglio.
p10.jpg
p10.jpg (125.61 KiB) Visto 209 volte

zvezda
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 1332
Iscritto il: 9 mag 2015, 22:44
Località: Roma

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da zvezda » 15 mar 2019, 20:41

Alcuni argomenti sono particolarmente delicati e tutti noi cerchiamo di trattarli con rispetto e attenzione, misurando le nostre parole anche quando conosciamo perfettamente i nostri interlocutori e il contesto in cui si fanno certe affermazioni. Nonostante questo, può succedere che a un certo punto i toni del discorso prendano una piega imprevista, superando i limiti del dialogo costruttivo e del sano confronto di idee.

E' quello che è successo a noi in questa discussione, nella quale a un certo punto ci siamo ritrovati, offesi e amareggiati, a scriverci a vicenda cose che ottenevano come risultato quello di rendere offesi e amareggiati i nostri interlocutori (senza peraltro che questo ci rendesse meno offesi e amareggiati). Insomma, siamo andati oltre. Nessuno di noi avrebbe voluto che accadesse, ma ci è capitato lo stesso.

Tornare indietro non si può, ma lasciare questo bel topic imbrattato di sentimenti estranei allo spirito con cui è stato aperto non ci è
sembrato giusto. Abbiamo dunque deciso di rimuovere gli interventi successivi alla "piega imprevista" di cui sopra, che nulla aggiungevano a quanto di costruttivo eravamo stati capaci di esprimere in precedenza e certamente saremo capaci di esprimere ancora.

Il topic in questo momento è ancora chiuso. Spetta a Dani, se lo vorrà, la decisione di riaprirlo.

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6489
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da DaniLao » 17 mar 2019, 14:53

Non lo so se riaprirò questa discussione definitivamente, intanto lo faccio per un aggiornamento, o un epilogo, che è questo sotto

IMG_4681.jpg
IMG_4681.jpg (245.42 KiB) Visto 119 volte
Se a qualcuno le due facce non dicessero nulla, sappia egli che i due sono lo scrivente ed il Burjano (nono, non abbiamo nessunissimo problema a metterci la faccia, nonostante sia di cuxxo).

La foto è stata scattata questa mattina, un paio di ore fa, in piazza Indipendenza ed è un saporito frutto del destino.

Vi par possibile -tra tutti i fiorentini e provinciali- che ci siamo incontrati per caso?
Tantopiù che Giovanni frequenta solitamente quel mercato il sabato e per me era la seconda volta nella vita...

Vabbè, in verità la colpa è del signore col pizzetto che vedete dietro in questa seconda foto e che ci fa da padre nobile o sensale

IMG_4682.jpg
IMG_4682.jpg (299.69 KiB) Visto 119 volte
egli era di passaggio dal livornese... l’ho accompagnato in piazza indipendenza e chi ti ci trovo?

Il commento di Giuseppe è stato “Nei primi due minuti eravate così tesi che non sapevo se vi sareste abbracciati o presi a testate, è andata bene, via...”.

E così è stato.
Tutto a posto tra noi.
Per quel che riguarda i rapporti di Burja col foro invece c’è ancora qualcosa da limare ma ho fiducia nel buon senso che -prima o poi- son convinto ci contagerà.

Pubblico queste foto -ovviamente- col suo consenso e con l’intenzione di rassicurarvi ;-)

Ci son belle persone si questo foro, tranquilli
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
Cane
senior
senior
Messaggi: 4363
Iscritto il: 17 mag 2015, 21:02
Località: Cecina

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da Cane » 17 mar 2019, 15:33

DaniLao ha scritto:
17 mar 2019, 14:53
La foto è stata scattata questa mattina, un paio di ore fa, in piazza Indipendenza ed è un saporito frutto del destino.
:bravo: :bravo: :bravo:


Ma livornese che ci girava? Aveva il banchetto?

Ma e' la piazza dell'altra volta del pranzo?
Paolo ...vorrei rubare i sogni a chi è felice e metterteli dentro la testa...

Avatar utente
ale9191
senior
senior
Messaggi: 790
Iscritto il: 20 dic 2017, 21:06
Località: Firenze

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da ale9191 » 17 mar 2019, 17:12

Contento che tutto sia finito bene, lo vogliamo presto su queste pagine ;)

Avatar utente
Trash
advanced user
advanced user
Messaggi: 396
Iscritto il: 12 mar 2018, 23:04
Località: Lucca

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da Trash » 17 mar 2019, 18:46

.... :bravo3: :bravo3: :bravo3: ...aspettiamo di rileggerlo...
Walter
...adeguarsi, reagire e combattere....

Avatar utente
mchap
moderatore
moderatore
Messaggi: 2599
Iscritto il: 12 mag 2015, 8:09

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da mchap » 17 mar 2019, 19:32

Penso che i forum siano come un terreno. Ci sono alberi, arbusti, cespugli, erbe, che conosci e sai bene come si comporteranno, come interagiscono l'uno con l'altro. A volte qualche piante è più "invadente" dell'altra, più rigogliosa, tende ad allargarsi troppo, ecc. ma convivono sempre senza problemi. Sai che è normale, è nella loro natura.

Poi ogni tanto spunta qualcosa di nuovo, allora lo devi osservare, vedere cosa accade, gli dai l'acqua, se necessario anche il concime. Dare tanto per dire, spesso non ne hanno nemmeno bisogno.
Quasi sempre l'ultima erba arrivata, l'ultimo cespuglio, l'ultimo alberello, si inserisce benne nell'ambiente circostante. Non è invadente, non copre gli altri alzando troppo la voce, cioè i rami, non pretende, non si mette a dire alle altre "dovete essere così, io sono la più bella, voi siete brutte, i miei fiori sono più grandi più colorati, questi sono fiori non i vostri, ecc."
Sta lì, come le altre, e fa la sua parte per rendere tutto più bello.

Infine ci sono le erbacce malefiche, a volte sono tali solo perché incompatibili con le regole di vita delle altre, in altri casi sono prepotenti di loro natura. In questi casi bisogna contenerle, a volte estirparle.

Burja è un albero solido e tranquillo, non disturba mai, può cacciare qualche ramo di troppo se il clima va proprio in un certo modo, ma poi si contiene. Sui forum conosco Burja da circa dieci anni, o forse più, per me fa parte del paesaggio, come Cane. Non lo so vedere un forum senza di loro :)
Non so come dirlo, è come questo periodo dell'anno. Sai esattamente che le piante torneranno a fiorire. Un presenza eterna e sicura.

'ammazzate come 'so bucolico :lol:

PS

Ho scritto "bucolico", senza trattino, tutto attaccato, spero che i maledetti toscani non equivochino :lol:

PS secondo

'azz! ma Burja è il più giovane di tutti :o Cavolo credevo che fosse più vecchiotto :)
E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (P. Neruda)

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6489
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da DaniLao » 18 mar 2019, 9:03

:-D

Resto nella metafora verzurista sopra rilevando come le foto dimostrino in maniera lampante come io e Burja siamo due splendidi fiorellini della specie “è questo il fiore del partigiano” :-D

Detto questo, per tornare seri, a me piace che il nostro terreno sia rigoglioso e variegato (pure con l’ortica ci si fa il risotto).

Però ognuno ha i propri gusti e alcuni hanno pure qualche allergia.
Dunque magari è bene che -conoscendo i propri limiti e preferendo astenersi dalla chimica antistaminica come dal diserbante- chi è allergico al mughetto eviti di metterci il piedone sopra.

Diversamente ci sarà da grattarsi e pure da risanare l’acciaccatura della piantumazione e di tutto l’ecosistema.

Buon lunedì, qua piovincula, dunque abbeveratevi e preparatevi alla primavera ;-)
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6489
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da DaniLao » 19 mar 2019, 17:40

Torniamo a bomba sul tema principale del topic: ieri pomeriggio era prevista una riunione del comitato sulla sicurezza pubblica pratese in prefettura sull’argomento manifestazione fascista del 23/03

La perfetta, un paio d’ore prima dell’inizio, ha rimandato l’incontro “a data da destinarsi” perché ha avuto altri impegni improrogabili.

Data da destinarsi?
La manifestazione è sabato prossimo...

Era un comitato con sindaco, questore e personaggi non da poco ma evidentemente la prefetta (nota per essere personaggio dolorosamente inconsistente) si spalma sulle direttive del proprio dipartimento che -guardacaso- afferisce al ministero dell’interno dove c’è salvini che con i voti dei fascisti e di forza nuova è stato eletto.

Poi si possono aprire anche topic dove si butta la palla in tribuna, non si fa nessuna considerazione o approfondimento e si dileggia l’antifascismo ma la situazione non mi sembra per nulla da prendere alla leggera.

A Prato sabato, se questa è l’aria, finirà male, ve lo anticipo fin d’ora.

Spero che la perfetta si ravveda, altrimenti credo proprio che avrà da pentirsene sotto tanti punti di vista.
Peccato che poi a rimetterci di più* non sarà lei






*beh, politicamente un po’ ci ha già rimesso anche lei. Mettersi contro un sindaco e un questore usualmente non è una mossa troppo intelligente...

Parole e simboli inneggianti al nazismo e al fascismo sui muri della sede dell’Associazione nazionale partigiani a Prato. E un avvertimento: “Arriviamo” facendo riferimento alla manifestazione promossa da Forza Nuova in città per sabato prossimo. Sono le scritte apparse nella notte.

“All’ingresso della sede dell’ANPI provinciale di Prato sono comparse queste scritte intimidatorie. Massima solidarietà e vicinanza ai nostri bravissimi e tenaci compagni, in particolare alla Presidente Angela Riviello. Andiamo decisamente avanti”, si legge nel post pubblicato dall’Anpi nazionale.

Con il simbolo della svastica nazista e con la scritta ‘Dux’ sono stati imbrattati la notte scorsa gli ingressi della sede Anpi, in piazza San Marco (sul pavimento della Casa del combattente anche la scritta “Arriviamo”), e la sede del Pd di via Carraia a Prato. Gli atti vandalici arrivano dopo giorni di polemiche politiche in città per l’annunciata manifestazione nazionale di Forza Nuova, in programma sabato prossimo, per celebrare i 100 anni dei Fasci di combattimento. In contemporanea è stata contro organizzata una manifestazione antifascista e antirazzista.

Angela Riviello, presidente provinciale dell’Anpi, ha commentato: “Non ci stancheremo mai di parlare di pace di democrazia di valori, non ci stancheremo mai di denunciare che i fascismi sono l’esatto contrario di tutto questo. Non ci intimidiscono le azioni dei vigliacchi, di chi sa usare solo violenza e volgarità perché non ha altri argomenti. Fermiamo la manifestazione fascista a Prato! Chiediamo al questore al prefetto alle istituzioni tutte di decidere presto, chiediamo che il coro democratico che si è alzato in città non resti inascoltato”.

Il segretario provinciale del Partito democratico Gabriele Bosi, in seguito agli atti vandalici ai danni della sede Anpi e della sede Pd di Prato, ha dichiarato: “Qualcuno pensa in questo modo di intimidire il Partito democratico e l’Anpi di Prato, insieme alle numerose associazioni, movimenti e partiti politici che si stanno opponendo con forza all’organizzazione della manifestazione di Forza nuova annunciata in città per ”celebrare” i cento anni di fascismo. Sappiano che a Prato, città medaglia d’argento al valor militare nella guerra di Liberazione, nessuno si farà intimidire”.

“Insieme a tutti coloro che si riconoscono nei valori della Resistenza e della Costituzione, continueremo a chiedere a Prefetto e Questore di impedire una manifestazione indegna di questa città e palesemente anticostituzionale. A Prato non c’è spazio per qualsiasi forma di odio, di razzismo o di neofascismo – ha aggiunto Bosi – Per questo chiediamo alle autorità competenti di farsi garanti del rispetto dell’ordine pubblico e del confronto democratico in questa città, che non può davvero più tollerare episodi come questi”.

L’assessora Benedetta Squittieri ha annunciato che la giunta comunale ha concesso il patrocinio del Comune di Prato alla manifestazione antifascista e antirazzista di sabato prossimo in piazza delle Carceri. “La città di Prato non si farà intimidire da queste minacce fasciste e aspetta parole chiare dallo Stato per impedire il corteo nazionale di Forza Nuova”, commenta Squittieri.

“Esprimo tutta la mia solidarietà e quella dell’intera Regione Toscana all’Anpi di Prato e al PD pratese, le cui sedi nella notte sono state imbrattate da scritte nazifasciste e frasi minacciose. C’era da aspettarselo. La destra eversiva si sta preparando nel peggiore dei modi all’appuntamento di sabato 23, rispetto al quale è urgente prendere una decisione che vada nella direzione di vietare ogni apologia del fascismo, ogni rievocazione nostalgica, ogni provocazione nei confronti di una città democratica. Ha ragione la curia pratese quando afferma che la città e la sua storia non possono tollerare chi si definisce fascista, xenofobo, sovranista, razzista, violento.

Cosa altro deve accadere affinché la ragione di uno Stato nato dall’unione delle forze democratiche e antifasciste e fondato sui valori della libertà, prevalga e si affermi senza se e senza ma? Come ho già avuto modo di dire, chiedo che venga vietata qualsiasi celebrazione del centenario del fascismo. L’Italia dovrebbe fare una volta per tutte i conti con il suo passato. È necessario vietare l’uso e la diffusione di tutti i simboli legati al fascismo e al nazismo, sciogliendo quelle organizzazioni e quei gruppi che si richiamano a quelle tragiche ideologie”. commenta il presidente della Regione, Enrico Rossi.


Da: https://www.controradio.it/svastiche-e- ... -pd-prato/
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
totorex
senior
senior
Messaggi: 795
Iscritto il: 21 mag 2015, 15:12

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da totorex » 19 mar 2019, 22:32

Cosa altro deve accadere affinché la ragione di uno Stato nato dall’unione delle forze democratiche e antifasciste e fondato sui valori della libertà, prevalga e si affermi senza se e senza ma? Come ho già avuto modo di dire, chiedo che venga vietata qualsiasi celebrazione del centenario del fascismo. L’Italia dovrebbe fare una volta per tutte i conti con il suo passato. È necessario vietare l’uso e la diffusione di tutti i simboli legati al fascismo e al nazismo, sciogliendo quelle organizzazioni e quei gruppi che si richiamano a quelle tragiche ideologie”
commenta il presidente della Regione, Enrico Rossi
1.jpg
Ultima modifica di totorex il 19 mar 2019, 22:41, modificato 1 volta in totale.

Rispondi