Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Svago, allegria, ricette e tutto ciò che non rientra nelle altre categorie

Moderatore: Curatore di sezione

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 10219
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da DaniLao »

vndf ha scritto:vivere in assenza di giudizi forse è l'unica via. :D
Su molte cose condivido, poi ci sono dei principi ai quali non si deroga.
Una mano sul culo (ad una donna o ad un uomo) non si mette senza consenso, come non si picchia uno perché d’un altro colore o nazionalità, giusto per fare due esempi pratici
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi
Avatar utente
wilcoyote
senior
senior
Messaggi: 3022
Iscritto il: 5 feb 2016, 9:48
Località: Roma

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da wilcoyote »

DaniLao ha scritto: 15 mag 2022, 13:09
vndf ha scritto:vivere in assenza di giudizi forse è l'unica via. :D
Su molte cose condivido, poi ci sono dei principi ai quali non si deroga.
Una mano sul culo (ad una donna o ad un uomo) non si mette senza consenso, come non si picchia uno perché d’un altro colore o nazionalità, giusto per fare due esempi pratici
Nemmeno se è pisano? :mrgreen:
Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 10219
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da DaniLao »

wilcoyote ha scritto: Nemmeno se è pisano? :mrgreen:
Il comune di Bugliano accoglie i profughi
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi
Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 10219
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da DaniLao »

Qualcuno dice che -come la mafia- il fascismo non esista più e che sia solo uno spauracchio per gli elettori.

Ebbene, finché continuerò a leggere di imbecillità del genere vuol dire che di fascisti e in giro ce ne sono ancora.
Costoro e l’idiozia espressa da gesti del genere, oltre al mio disprezzo, giustificano il mio antifascismo attivo e quotidiano

CC21D93E-3608-426F-99BA-848775372CB5.jpeg
CC21D93E-3608-426F-99BA-848775372CB5.jpeg (253.25 KiB) Visto 300 volte
Tra le tante da https://www.lanazione.it/firenze/cronac ... -1.7907540
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi
Avatar utente
wilcoyote
senior
senior
Messaggi: 3022
Iscritto il: 5 feb 2016, 9:48
Località: Roma

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da wilcoyote »

Discussione sul fascismo che, secondo i fascisti conclamati, non esiste più!
Un po' come i mafiosi che dicono che la mafia non esiste.
XMAS.jpg
XMAS.jpg (75.77 KiB) Visto 255 volte
Come rispondere ad un'affermazione del genere? "Eroe di guerra"...

Una capocciata sulla radice del naso? :?
Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 10219
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da DaniLao »

Si, probabilmente la testata è l’unica soluzione.

Tempo addietro iniziai a segnalare su WUS tutti i post dove c’erano rimandi nazifascisti tra i quali la decima merda (ci sono decine di quadranti dedicati ai decerebrati nostalgici e pure bei cinturini), uno mi rispose uguale, che -secondo wikipedia- la x merda si era contraddistinta per atti di eroismo.
Beh, immagino bene gli “atti di eroismo” durante il fascismo, magari avranno fatto fuori qualche villaggio africano con l’iprite, torturato qualche comunista, oppure dato la caccia a qualche ebreo poi fatto gasare.

Credo che essere eroe fascista sia pure peggio che essere fascista e basta.

Ma non è che puoi cavar logica da un fascista più che sangue da una rapa, no?
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi
Avatar utente
wilcoyote
senior
senior
Messaggi: 3022
Iscritto il: 5 feb 2016, 9:48
Località: Roma

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da wilcoyote »

Anche la Brigata Alpina Julia si distinse per eroismo, insieme a decine di altri corpi militari, ma non vengono ricordati cob la stessa enfasi. Forse perché non parteciparono alla sciagurata avventura della RSI? Là si che si distinsero il "principe" ed i suoi accoliti, contro le truppe alleate e sopratutto contro i partigiani e contro le popolazioni che li appoggiavano.
Avatar utente
finestraweb
advanced user
advanced user
Messaggi: 494
Iscritto il: 28 lug 2015, 8:55

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da finestraweb »

Secondo me,

state parlando, perché generalmente si fa un minestrone, di due cose diverse.
1) Parliamo dei nostalgici del fascismo: è facile esserlo oggi.
Sputi su ciò che hai, ma ne sfrutti i vantaggi.
Vuoi ordine e disciplina, però protesti per l'obbligo delle mascherine e poi piangi se becchi una manganellata perché non rispetti il percorso prestabilito del corteo.
Sputi sulla democrazia, ma poi ti presenti alle elezioni e ne prendi i rimborsi.
Allo stadio, hai una scusa in più per essere violento.
Questa è la "destra nera", che oggi ha commistioni con quella parlamentare, perché anche " i fascisti" votano, anche se sono contrari al voto.
Poi ci sono quelli del MSI: esistono ancora?
Questa è storia moderna, non la conosco molto: erano in Parlamento, rispettavano le regole democratiche?
Non so, voglio pensare di sì.

2) parliamo della X-Mas e delle azione eroiche.
In un epoca in cui il fascismo è il sistema Stato, non si può distinguere tra eroe fascista ed eroe di guerra.
Negare l'eroismo di militari solo perché fascisti è sbagliato.
Non facciamo l'errore di giudicare il passato con gli occhi di oggi: credo che in epoca fascista vi fossero veramente militari che identificavano il fascismo con l'idea di Nazione.
E personalmente rispetto queste persone, che sono state coerenti con le proprie idee ed hanno messo a rischio la propria vita, anche perdendola.
Le rispetto perché sono state coerenti.
La X-Mas perse molti uomini: non erano gli squadristi " di oggi" che imbrattano le pietre di inciampo sapendo che, tutt' più, gli potrà capitare una tirata d'orecchi se scoperti.

Dimenticare un decorato al valor militare solo perché fascista è sbagliato, alimenta l'ignoranza.
È un po' come il riconoscere la paternità di certe frasi al fascismo ed evitare di usarle per boicottarli: in realtà è un favore che gli si fa, perché alcuni modi di dire esistevano già prima di loro.

@wilcoyote:
1) perché non erano romani o comunque del Lazio.
La "destra nera" è più forte nel Lazio che nel Veneto o altrove in Italia.
2) nelle azioni della X-Mas c'era una componente individuale, cioè era più facile trovare "l'eroe" .
Quando la medaglia al valore va al reggimento o simile, viene meno la figura dell'eroe.
Fermo restando che secondo me il motivo principe è quello geografico.
"Non ho idea di quali armi serviranno per combattere la terza Guerra Mondiale, ma la quarta sarà combattuta coi bastoni e con le pietre" - Albert Einstein
Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 10219
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da DaniLao »

Mauro, ma cosa stai scrivendo?

Dobbiamo rispetto agli eroi di guerra decorati (da mussolini)?
Allora dobbiamo rispetto anche a mussolini che era colui che decorava.
E ricordiamoci anche (vabbè, la guerra è guerra) cosa abbiamo fatto in Libia, Eritrea, Somalia, Etiopia e come ci vogliono bene ancora oggi lì.
Ecco, gli eroi erano quelli, erano eroi come grande montanelli che acquistò anche lui una sposa dodicenne (amore eh, amore sincero, erano spiriti e menti affini evidentemente).

Ma che discorso a pera.

Anche ai tempi si poteva decidere, difatti diversi invece che andare a Salò o a comprare sesso da una dodicenne presero la via dei monti,
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi
Avatar utente
finestraweb
advanced user
advanced user
Messaggi: 494
Iscritto il: 28 lug 2015, 8:55

Re: Sentirsi antifascisti/antinazisti oggi

Messaggio da finestraweb »

Il decoratore non rischia la vita come il decorato: quindi, perché devo rispettare anche il decoratore?

Ti cito Claus Schenk von Stauffenberg: perse mano, braccio ed altro nella guerra per la Germania e tentò di uccidere Hitler.
A testimonianza che per un certo patriottismo forse oggi dimenticato, si lotta per il proprio Paese anche quando non ne si condivide la guida politica.
C'è identità tra le due cose: un identità sbagliata, se vuoi, ma all'epoca forse non era così.

Se Mussolini è l'Italia, come si può essere per l'Italia, senza essere per Mussolini?
Dopo l'8 settembre, chi aveva tradito? Mussolini o il Re?
Perché prima dell'8 settembre sul carro fascista c'era pure il Re.
Credo che per patrioti dell'epoca, furono dilemmi non facili da risolvere.
Teniamo anche conto che le conoscenze all'epoca non erano diffuse come oggi.
Semplificando, forse per te un decorato italiano in epoca fascista è innanzitutto un fascista, per me è innanzitutto un italiano.
Questa è la mia opinione personale.

Poi, i tizi della chat di wilcoyote sono tutto un altro mondo, come ho scritto nell'intervento precedente.
"Non ho idea di quali armi serviranno per combattere la terza Guerra Mondiale, ma la quarta sarà combattuta coi bastoni e con le pietre" - Albert Einstein
Rispondi