POLJOT E STRELA MADE IN GERMANY

Orologeria di ogni tipo ed epoca da tutti i paesi dell'est europeo
Rispondi
Marcello
user
user
Messaggi: 21
Iscritto il: 7 apr 2019, 13:37

POLJOT E STRELA MADE IN GERMANY

Messaggio da Marcello »

Salve a tutti. Forse l'argomento che sto per aprire è stato già dibattuto in questo forum, ed in tal caso me ne scuso e chiedo di comprendere il fatto che io sia nuovo in questo spazio e che avendo pochissimo tempo libero non ho ancora letto A dovere le discussioni più datate.
Quello che da diversi mesi mi incuriosisce è un sito che vende cronografi a marchio Sturmanskie, Poljot, Strela, okean, ma che è anche concessionario Seagull, tutti nuovi di fabbrica. Ora, vado a memoria quindi potrei scrivere delle inesattezze, ma mi pare di ricordare che loro siano i nuovi proprietari dei marchi Poljot e Strela, che assemblano incassando i movimenti 3133 rimasti nei magazzini della MakTime. Lessi anche che, avendo la MakTime dismesso le fabbriche, i calibri 3133 sono ormai terminati, ed infatti accanto agli ultimi orologi col movimento storico, ormai il futuro di questi crono è con calibri Seagull. E se non erro sui quadranti non apportano più la scritta "caemano poccp" o "made in russia", bensì "made in germany".
Quello che mi e vi chiedo, visto anche che mi piacerebbe mettere da parte per uno Strela, che futuro c é per questo nuovo corso? Val la pena acquistare uno di questi orologi nuovi, ma che riprendono in tutto e per tutto quelli degli anni passati? Ed è meglio scegliere un 3133 o uno con movimento seagull? C è una continuità fra questi nuovi orologi e quelli prodotti in urss-russia?
E visto che ci sono, vorrei chiedere opinioni in merito anche dei nuovi Raketa che, al contrario dei pezzi sopra citati, riprendono design e forme di orologi storici della casa, ma reinterpretati in una nuova chiave e con movimenti diversi e molto evoluti, pare, da un punto di vista tecnico. E soprattutto a prezzi che a me sembrano un tantino folli. Cosa ne pensate?
Grazie x la pazienza. Auguro a tutti un felice Natale e tante buone cose e tanti begli orologi a tutti voi

Avatar utente
Trash
senior
senior
Messaggi: 865
Iscritto il: 12 mar 2018, 23:04
Località: Lucca

Re: POLJOT E STRELA MADE IN GERMANY

Messaggio da Trash »

Ciao, ti dico la mia opinione : per quanto riguarda i nuovi Raketa, come hai detto te, secondo me i prezzi sono nettamente alti e non giustificati; è vero però che non conosco i movimenti, mi informerò!
Per quanto riguarda gli Strela o i nuovi "Strela" molto dipenderà dal prezzo che avranno, perchè anche se il Seagull è un buon movimento, a parità di prezzo io sceglierei un vintage.
Walter
...adeguarsi, reagire e combattere....

Marcello
user
user
Messaggi: 21
Iscritto il: 7 apr 2019, 13:37

Re: POLJOT E STRELA MADE IN GERMANY

Messaggio da Marcello »

Trash ha scritto:
22 dic 2019, 17:16
Ciao, ti dico la mia opinione : per quanto riguarda i nuovi Raketa, come hai detto te, secondo me i prezzi sono nettamente alti e non giustificati; è vero però che non conosco i movimenti, mi informerò!
Per quanto riguarda gli Strela o i nuovi "Strela" molto dipenderà dal prezzo che avranno, perchè anche se il Seagull è un buon movimento, a parità di prezzo io sceglierei un vintage.
Sugli Strela sarei d'accordo con te ma solo per i casi di collezionisti che cercano orologi assolutamente originali e coevi da tenere in teca. Purtroppo la stragrande maggioranza degli Strela vintage sono assemblati con pezzi aftermarket, e non lo dico io ma lo leggo da esperti, ed i prezzi viaggiano sugli 800 euro.
Per come la intendo io, mi piace avere pezzi vintage in buone condizioni da vivere giornalmente, quindi potrei accettare la componente aftermarket purché sia in coerenza con l'orologio come usciva dalla fabbrica. Il problema con gli orologi vintage in genere, con i crono in particolare, e peggio con i cronografi sovietici, è che la riparazione diventa un fatto complicato, tanto che personalmente, avendo uno Sturmanskie, mi sono premunito con altri due cronografi Poljot più comuni da usare eventualmente come donatori in futuro, e la stessa cosa sto facendo con un Seiko Pogue.
Ecco perché, se a parità di prezzo fra uno Strela Seagull ed uno vintage in buone condizioni preferirei senza dubbio il secondo, nel momento in cui il vintage costa il doppio del nuovo le cose cambiano. È vero anche che la consapevolezza di avere al polso un orologio più vecchio di me mi dà emozioni indescrivibili quando penso a cosa direbbe se potesse raccontare le sue passate vicissitudini e le vite dei suoi precedenti proprietari, ma l'idea che possa fermarsi da un momento all'altro e che ripararlo, per un orologiaio normale, è quasi impossibile, visto il prezzo, mi frena. Ecco perché un orologio dello stesso design, nuovo, con un calibro che in fin dei conti riprende molto del movimento che avevano in origine i primi Strela, mi sembra un buon compromesso

Avatar utente
Trash
senior
senior
Messaggi: 865
Iscritto il: 12 mar 2018, 23:04
Località: Lucca

Re: POLJOT E STRELA MADE IN GERMANY

Messaggio da Trash »

Sono d'accordo con te, però per me, il vintage ha un "sapore" impareggiabile, ed anche (come hai detto e per i motivi che hai detto) se i nuovi rappresentano sicuramente un buon compromesso, a me non riuscirebbe portarli, o meglio non mi "direbbero" nulla! Poi vuoi mettere il gusto della ricerca? dello studio? l'attesa?
Walter
...adeguarsi, reagire e combattere....

Marcello
user
user
Messaggi: 21
Iscritto il: 7 apr 2019, 13:37

Re: POLJOT E STRELA MADE IN GERMANY

Messaggio da Marcello »

Trash ha scritto:
22 dic 2019, 18:55
Sono d'accordo con te, però per me, il vintage ha un "sapore" impareggiabile, ed anche (come hai detto e per i motivi che hai detto) se i nuovi rappresentano sicuramente un buon compromesso, a me non riuscirebbe portarli, o meglio non mi "direbbero" nulla! Poi vuoi mettere il gusto della ricerca? dello studio? l'attesa?
Parole sante. La penso esattamente come te, tuttavia, se il progetto di far rivivere marchi con una tale storia è valido, un orologio di culto, per come la vedo io, è tale che sia vintage o che sia nuovo. Secondo me nelle persone che stanno tentando di ridare lustro a questi marchi c è l'intenzione di farlo nella continuità. È un progetto ben diverso dal caso Sekonda, per esempio, o, le produzioni Bulova e Kienzle degli anni 90 e 2000, e tanti altri esempi di nuove proprietà che hanno sfruttato determinati brand solo per monetizzare con dei quarzi. Nei nuovi Poljot e Strela c è continuità, il design invariato ed i movimenti Seagull sono gli unici che secondo me possono colmare parzialmente il vuoto lasciato dai meccanismi Poljot.
In fondo un orologio meccanico è come un essere vivente, a volte sopravvive al suo possessore e passa ad un altro, e l'orologio nuovo di oggi é il vintage fra 30 anni, purché abbia una tradizione, ed il dilemma è questo: se questi nuovi Poljot e Strela possono considerarsi a tutti gli effetti i continuatori della storia di questi marchi o se invece sono qualcosa di diverso perché non più fabbricati in Russia.

Avatar utente
Trash
senior
senior
Messaggi: 865
Iscritto il: 12 mar 2018, 23:04
Località: Lucca

Re: POLJOT E STRELA MADE IN GERMANY

Messaggio da Trash »

Onestamente non lo sò, non vedo come anche volendo ci possa essere continuità, sono cambiati i destinatari....adesso vostok continua a produrre orologi di buona se non ottima qualità sfruttando una tradizione di robustezza e qualità ma su una fascia medio bassa, mentre la Raketa tenta di inserirsi in una fascia alta. Però secondo me di fondo è cambiato l'obbiettivo, al centro per entrambe, non c'è più il cittadino sovietico che li doveva usare, ma il mercato sempre più globale e mentre allora non si poteva sbagliare perchè c'era il partito a controllare adesso non c'è più nessuno eil rischio è il fallimento finanziario.
Walter
...adeguarsi, reagire e combattere....

Marcello
user
user
Messaggi: 21
Iscritto il: 7 apr 2019, 13:37

Re: POLJOT E STRELA MADE IN GERMANY

Messaggio da Marcello »

I destinatari credo che alla fine siano sempre gli stessi: i consumatori, perché in fin dei conti gli orologi beni di consumo sono. Del resto anche in periodo sovietico gli orologi venivano esportati, sebbene forse preminentemente nell'area comunista. Anzi, se vogliamo oggi gli orologi russi, poiché prevalentemente meccanici, sono destinati ad una nicchia di appassionati, poiché la massa compra quarzi, e ben lo ha capito raketa che sta tentando di inserirsi in una fascia più alta, e da simpatizzante del marchio mi auguro ci riesca, sebbene io non comprerò mai un raketa nuovo a quel prezzo. Gli scenari geopolitici cambiano ed i mercati si adeguano, e come tu dici un amphibia degli anni 80 richiamerà alla mente del suo possessore un'epoca passata che non esiste più, ma ciò non preclude all acquisto di un amphibia moderno, specialmente poi se deve essere un orologio da vivere appieno, si sa che i vintage hanno alcuni limiti. Con questo non intendo assolutamente che ritengo errata la tua visione, perché la condivido in pieno, soltanto che sono disposto a considerare un ventaglio più ampio

Avatar utente
Trash
senior
senior
Messaggi: 865
Iscritto il: 12 mar 2018, 23:04
Località: Lucca

Re: POLJOT E STRELA MADE IN GERMANY

Messaggio da Trash »

Certo, sono considerazioni di massima, poi non è detto che una cosa escluda l'altra, uno può sia provare il moderno che apprezzare il vintage ben conoscendo le caratteristiche di entrambi.
Una sola precisazione, le esportazoni di orologi dell'Unione Sovietica non erano dirette solo ai paesi dell'area comunista, anzi, oltre a Italia, Germania, Gran Bretagna..ecc esportava anche negli Stati Uniti, avvalendosi dei regimi fiscali agevolati dei paradisi fiscali di Guam e delle Isole Vergini; e non poco!
Walter
...adeguarsi, reagire e combattere....

Citterich
junior
junior
Messaggi: 2
Iscritto il: 15 gen 2020, 17:08

Re: POLJOT E STRELA MADE IN GERMANY

Messaggio da Citterich »

Scusate. Sono nuovo del forum.
Avrei da riparare un Vremia fuori garanzia ( poljot 3133) e qualche mov. Automatico 2427 ma vorrei evitare di dover spedire in Ucraina o Russia..
C'è qualcuno affidabile tra Milano e Brescia ?
Grazie per quanto potrete fare

Citterich

zvezda
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 1473
Iscritto il: 9 mag 2015, 22:44
Località: Roma

Re: POLJOT E STRELA MADE IN GERMANY

Messaggio da zvezda »

Citterich ha scritto:
15 gen 2020, 22:06
Scusate. Sono nuovo del forum.
Avrei da riparare un Vremia fuori garanzia ( poljot 3133) e qualche mov. Automatico 2427 ma vorrei evitare di dover spedire in Ucraina o Russia..
C'è qualcuno affidabile tra Milano e Brescia ?
Grazie per quanto potrete fare

Citterich
Benvenuto sul forum, Citterich. Purtroppo non so darti una risposta, però ti posso suggerire di porre la domanda su topic più specifici di quelli che hai usato finora, come "[Topic Ufficiale] Orologiai&Riparatori: chi ci mette le mani?". oppure puoi aprire un nuovo topic per la tua richiesta.

Rispondi