Il Re del Mondo: considerazioni sulle presidenziali USA

Svago, allegria, ricette e tutto ciò che non rientra nelle altre categorie

Moderatore: Curatore di sezione

Rispondi
Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 10219
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Il Re del Mondo: considerazioni sulle presidenziali USA

Messaggio da DaniLao »

Ok, è vero: noi italiani abbiamo poco da commentare...
...ci siamo beccati mussolini, la dc, berlusconi e ora renzi, e -generalmente quasi tutti, a volte di rimbalzo- li abbiamo pure votati e una volta messi dov'erano ce li siamo tenuti a decenni...

È vero anche che -ho l'esempio ultimo col cavaliere, seguendo i TG tedeschi- talvolta dall'estero la faccenda si percepisce con più chiarezza, magari anche a causa dei media meno drogati da interessi consortili...

È pure verissimo che pensare trump opposto alla clinton fa tristezza, sembra di essere tornati 20 anni indietro rispetto a dove magari ci piacerebbe fosse la politica (che per me dovrebbe essere propositiva di modelli positivi, non seguire il mal di pancia della gente)...

E come non rammentare che salvini ha appena espettorato che 'quando ci sarà lui' (una volta almeno si aveva la decenza di esser concreti e si diceva 'quando c'era lui'...) manderà le forze dell'ordine a ripulire le città?
(Alla qual cosa i sindacati di polizia hanno già risposto qualcosa tipo 'puppa, te pensa a fare leggi a modo già che hai il culo in parlamento e lo potresti fare che stronzate del genere non le puoi nemmen pensare' (ovviamente è un mio sunto, le dichiarazioni originali comunque le trovate dappertutto online) ribadendo la necessaria terziarietà degli organi di polizia...).

Però, però, e fatte tutte 'ste premesse, vogliamo parlare di trump?

Immagine

1) È partito citando mussolini;
2) poi ci ha illuminati sul nucleare, ma non su questioni banali come l'energia e l'inquinamento generato dalle centrali ma uscendosene fuori, sulle armi, con un «perché le costruiamo se non vanno usate?»;
3) sempre sulle armi: ha detto (scusatemi se riassumo) che la clinton le vorrebbe rubare agli ammerigani e che sarebbe bene che in qualche modo il popolo del secondo emendamento si organizzi per fermarla (cioè ha invitato a spararle?);
4) poi obama fondatore dell'isis. Tre giorni dopo ci ripensa e dice «non capiscono nemmeno quando sono sarcastico», per aggiungere subito dopo: «Comunque, per dirla tutta, non è che fossi poi così sarcastico»;
5) c'è anche la questione russa: si dice (sulla notizia stanno indagando anche di là d'oceano) che il manager della sua campagna elettorale avrebbe ricevuto 12,7 milioni di USD in pagamenti non dichiarati dal partito filorusso dell’ex presidente ucraino Viktor Yanukovych;
6) ultima faccenda: l'immigrazione.
"una nuova politica dell'immigrazione è necessaria", “Costruiremo un grande muro per fermare l’immigrazione illegale”, “Noi li fermeremo. Non succederà più, credetemi”.
Voi credeteci pure, però sappiate che non ci crede nemmeno lui... Se dall'economia USA si togliesse il contributo dei lavoratori illegali (e a nero, cioè che producono ricchezza senza gravare sui servizi dello stato in quanto inesistenti e invisibili) il sistema si affloscerebbe, imploderebbe su se stesso.
In realtà fa comodo a molti che queste braccia restino a disposizione a prezzo bassissimo e senza diritto alcuno: impiegarli è come delocalizzare senza bisogno di spostare la produzione, succede anche in Italia.

E pure 'sta storia che gli irregolari non paghino le tasse.. Magari è anche vera, però i datori di lavoro non versando contributi e ricevendo ricchezza da lavoro fatto da braccia inesistenti son quelli che ci guadagnano di più (oltre all'evasione fiscale che far lavorare gente a nero naturalmente comporta).

E comunque la faccenda non regge

Immagine

Ma non è tutto: in questi giorni ha proposto un generico bando temporaneo agli ingressi dei cittadini di Paesi che hanno una “storia di esportazione del terrorismo” (meno male che noi la mafia l'abbiamo già traghettata tutta...).

Se questo non bastasse si potrebbe fare un altro passo indietro -e qua trump ci diventa quasi nostalgico dei bei tempi andati- “Durante la guerra fredda c’erano dei test di screening ideologici. È tempo di sviluppare un nuovo test di screening adatto alle minacce che fronteggiamo oggi”, servirà ad escludere non solo “tutti i membri di gruppi terroristici o simpatizzanti”, ma anche chiunque “abbia atteggiamenti ostili verso il nostro Paese o i suoi principi”: praticamente tutti quelli che non la pensano come lui per qualsiasi tipologia di motivo...

Buh, ho dimenticato qualcosa?
Spero di sì, certe cose sarebbe bene dimenticarle e il mio era solamente uno sfogo...

A parte questo, sarà come sarà e... Comunque vada (e decidano i compagni statunitesi) sarà un sucCESSO!

Immagine


Fonti dalle quali provengono i virgolettati:
http://www.corriere.it/cultura/16_agost ... 1e51.shtml
http://it.ibtimes.com/usa-possibili-con ... -candidato
http://www.stranieriinitalia.it/attuali ... lmani.html
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi
Avatar utente
Cane
senior
senior
Messaggi: 7150
Iscritto il: 17 mag 2015, 21:02
Località: Cecina

Re: Il Re del Mondo: considerazioni sulle presidenziali USA

Messaggio da Cane »

E' un periodo in cui piu' uno le spara grosse ed eclatanti e piu' ha successo, non solo in america ma anche in europa...

Comunque trump perdera' le elezioni...
Paolo ... Nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti...(L.Pirandello)
cpc
senior
senior
Messaggi: 1295
Iscritto il: 18 mag 2015, 17:55
Località: Osimo

Re: RE: Re: Il Re del Mondo: considerazioni sulle presidenziali USA

Messaggio da cpc »

Cane ha scritto:E' un periodo in cui piu' uno le spara grosse ed eclatanti e piu' ha successo, non solo in america ma anche in europa...

Comunque trump perdera' le elezioni...
Un periodo? In Italia sono più di vent'anni!!

Quanto a Trump vorrei condividere il tuo ottimismo...speriamo bene!

Inviato dal mio SM-A300FU utilizzando Tapatalk
Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 10219
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Il Re del Mondo: considerazioni sulle presidenziali USA

Messaggio da DaniLao »

Cane ha scritto:.Comunque trump perdera' le elezioni...
Lo spero proprio.
E immagino che le tue sian certezze che provengano da dati indipendenti raccolti di persona; infatti è troppo bello pensarti sulla spiaggia di Cecina -in cravatta, camicia a maniche corte, costume & infradito- a intervistare interessato le turiste ammerigane per conoscere le loro intenzioni di voto presidenziale...

Non è che la clinton sia la soluzione, ma perlomeno un tentativo di toppa...

Però è vero quel che dici: se trump tira fuori 'ste trovate è quasi sicuramente perché funzionano in termini di voti (o sondaggi).
Immagino avrà a sua disposizione i più pagati spin doctors, sondaggisti, lobbisti... Non è che le mincxxxte che spara saranno nemmeno tutta farina del suo sacco probabilmente, ma evidentemente è quello che serve alla sua causa :-/

Come qua per salvini, peraltro, e come osserva CPC non solo da lui, anche da prima
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi
Avatar utente
Cane
senior
senior
Messaggi: 7150
Iscritto il: 17 mag 2015, 21:02
Località: Cecina

Re: Il Re del Mondo: considerazioni sulle presidenziali USA

Messaggio da Cane »

DaniLao ha scritto:Non è che la clinton sia la soluzione, ma perlomeno un tentativo di toppa...
No, non e' la soluzione per come la intendiamo noi...

In usa una soluzione come la intendiamo noi non esiste,chi vinca vinca cambiera' solo di "bruscolini"...

Anche trump se vince non ti preoccupare troppo, dovra' sottostare a certi poteri come tutti i presidenti, e di tutte le stronzate che ha detto al massimo gli consentiranno di farne due... ;)
Paolo ... Nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti...(L.Pirandello)
Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 10219
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Il Re del Mondo: considerazioni sulle presidenziali USA

Messaggio da DaniLao »

Cane ha scritto:Anche trump se vince non ti preoccupare troppo, dovra' sottostare a certi poteri come tutti i presidenti, e di tutte le stronzate che ha detto al massimo gli consentiranno di farne due... ;)
Uhm, troppo no, ma un bel po' si.
È vero, non potrà fare tutto, però, caxxo, sarebbe l'uomo più potente sulla terra e le mincxxxte che potrebbe dire (o provare a fare) farebbero purtroppo 'tendenza' (oltre al fatto che metterebbe suoi simili in tutti i posti di potete che governano anche le prassi amministrative (come tutti, renzi compreso, vedi la rai)).

Ci serve un altro reagan o bush (I o II) nel già complesso scacchiere politico internazionale?
Secondo me no, costoro -per esempio- di danni ne hanno fatti bastevolmente da generarmi una certa preoccupazione per il futuro purtroppo...
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi
Avatar utente
Gamanto
senior
senior
Messaggi: 790
Iscritto il: 16 ago 2016, 6:26
Località: Oltregiogo

Re: Il Re del Mondo: considerazioni sulle presidenziali USA

Messaggio da Gamanto »

Acclarato che Trump è uno dei tipi più naif, imprevedibili ed, in sostanza, inaffidabili che siano mai arrivati a giocarsi la presidenza degli Stati Uniti...sicuri che la Clinton, la quale ha dalla sua l'intero estabilishment ed ogni sorta di potere forte, sia meglio?

La Clinton detesta Putin in particolare e la Russia in generale, se eletta farà di tutto per metterli alle strette ovunque sia possibile, per esempio intervenendo pesantemente in Ucraina, fomentando la russofobia polacca e baltica e cercando di imporre in ogni modo ai paesi dell'Europa Occidentale sanzioni ancora più pesanti nei confronti di Mosca. Per tacere di ciò che potrebbe combinare in Medio Oriente. Ci aspetterebbero anni di tensione internazionale altissima, con tutte le drammatiche ricadute del caso.

Dovessi prendere in esame il solo progetto di politica estera dei due candidati (che è poi quello che più direttamente ci interessa) direi che appare più prudente la filosofia trumpiana di cercare un accordo al vertice con Russia e Cina per gestire le grandi problematiche internazionali (e spartirsi il mondo in sfere d'influenza, ovviamente) che non quella clintoniana che, al suono della solita fanfara “USA in difesa della democrazia nel mondo” promette una politica muscolare con la Russia in Europa e Medio Oriente e con la Cina nel Pacifico.

Tutto questo si traduce in una rivalutazione di Donald Trump? Affatto. Semplicemente dubito molto che Hillary Clinton si rivelerà un'opzione migliore. Anzi, sotto vari aspetti potrebbe addirittura essere peggio.
Là dove c'è il pericolo, cresce anche ciò che salva - Friedrich Holderlin
Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 10219
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Il Re del Mondo: considerazioni sulle presidenziali USA

Messaggio da DaniLao »

Uhm uhm...
L'antipatia per la clinton non mi aumenta la simpatia per trump...

Riguardo la politica estera (il mio topic era più intimista) non mi pare purtroppo che il tipo possa qualificarsi come portatore degli interessi del popolo statunitese.
Senza contare che -considerato il personaggio- il rischio è che sullo scacchiere internazionale lo prendano un po' per quel che è, ovvero un pericoloso (per gli altri, mica per se stesso) buffone (abbiamo esperienza anche in quello, il cavaliere che regala il salame alla merkel o che manda i baci alle studentesse alla finestra...) :-/
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi
Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 10219
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Il Re del Mondo: considerazioni sulle presidenziali USA

Messaggio da DaniLao »

Trump pensa che i messicani sian tutti stupratori e narcotrafficanti.

Generalmente ho l'impressione che la maggioranza dei messicani negli USA siano gente che lavora a nero (se non ha titoli di soggiorno non può essere diversamente) per poco più di un tozzo di pane (e senza diritti per il motivo amministrativo di cui sopra) facendo arricchire gli imprenditori che li impiegano.

Ci saranno anche narcos e teste di caxxos, ma quella è un'altra questione, per la quale mi pare che le forze dell'ordine di là d'oceano non si riguardino a sgrillettare le pistole.

Mah.
Manca poco, vedremo...
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi
Avatar utente
totorex
senior
senior
Messaggi: 862
Iscritto il: 21 mag 2015, 15:12

Re: Il Re del Mondo: considerazioni sulle presidenziali USA

Messaggio da totorex »

Tieni conto che la Clinton e' quella del WOW alla notizio della morte di Gheddafi, e che e' fortemente contraria a Putin, quindi non ci penserei un attimo,
se fossi americano (ma fortunatamente non lo sono) a votare il parruccato
Rispondi