Una raccolta di libri di orologeria made in USSR

Letteratura legata all'orologeria
Rispondi
zvezda
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 1402
Iscritto il: 9 mag 2015, 22:44
Località: Roma

Una raccolta di libri di orologeria made in USSR

Messaggio da zvezda » 25 dic 2015, 16:43

Qualche anno fa rimasi molto colpito dalla quantità di libri russi di orologeria disponibili sul sito di German Polosin (http://german242.com/main.htm) e presi a sfogliarli. Non conoscendo il russo, il mio percorso di acquisizione delle informazioni è stato (ed è tuttora) lento e faticoso, ma sono stato spesso ripagato dalle informazioni a volte molto utili e quasi sempre interessanti presenti in quei libri.
Nel tempo, gira di qua e gira di là, ho accumulato una quarantina di titoli elettronici fra pdf, doc e djvu oltre a qualche libro in formato cartaceo. Sono in generale molto ben fatti, di livello analogo a quelli occidentali e in certi casi assolutamente unici.
Una considerazione a margine sulla tiratura. Oggi un libro di orologeria può aspirare a qualche centinaio di copie, poche migliaia in casi eccezionali. I libri russi invece sfoderano tirature sbalorditive da decine di migliaia di pezzi, in qualche caso centinaia di migliaia. E' vero che il territorio russo è vastissimo e che in certe zone questi libri rappresentavano l'unica fonte di conoscenza, ma si tratta pur sempre di numeri che fanno girare la testa.
Una seconda osservazione riguarda alcuni tipi di informazione, come le tavole con gli esplosi dei movimenti o le tabelle di oliatura, nomenclatura e codici vari, che si ritrovano identiche in diversi libri, una cosa che non esiste nei libri occidentali, o almeno se lo si fa si cerca di farlo con discrezione :) In realtà si tratta di informazioni rese disponibili dalle fabbriche stesse (vedi anche viewtopic.php?t=285) o dal NIIchasprom (l'istituto di ricerca scientifica dell'industria orologiera) e che quindi avevano una origine centralizzata. Si tratta di un vantaggio ignoto ai libri occidentali, che non potevano certo disporre di libero accesso agli esplosi delle principali marche di orologi!
Torno per un momento sulla vastità del territorio russo, con molte zone rurali dove la necessità di avere un orologio ben regolato o almeno funzionante si scontrava con le difficoltà di reperire informazioni, assistenza, pezzi di ricambio. Diversi libri, molti dei quali sono libri di testo, affrontano questo argomento con specifici capitoli su come gestire le riparazioni in garanzia, istituzionalizzando metodi che potrebbero far sorridere (o rabbrividire) più di un collezionista e giustificare più di qualche marriage.
Insomma, alla fine ho pensato che anche noi di cccp-forum.it potevamo dare una mano alla diffusione della conoscenza rendendo disponibili i libri di orologeria sul nostro sito, aggiungendone due o tre meno noti e un paio digitalizzati da me. Li ho convertiti tutti in pdf per comodità e ho diviso la lista in due post per questioni di spazio, cercando di dare qualche minima informazione sull'argomento trattato da ognuno, per offrire una prima indicazione nell'indirizzare future ricerche.
A fra poco per la pubblicazione dei post ;)

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 6906
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

Re: Una raccolta di libri di orologeria made in USSR

Messaggio da DaniLao » 26 dic 2015, 13:24

Wow Marco!
Che gran lavoro hai fatto, hai tutta la mia stima e credo che non mi basti nemmeno ;-)

Come è noto sono una capra sia con il russo che con la tecnica, però ho scaricato l'unico in inglese e romanzato per infilarlo nel Kindle, sarà una bella lettura immagino.

Davvero grazie per il lavoro enciclopedico che sarà una preziosissima risorsa per tutti i russofili.

Considerato che gli elenchi sono nella sezione estera che ne dici di aggiungere i link ai due post anche a questo tuo intervento?
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

zvezda
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 1402
Iscritto il: 9 mag 2015, 22:44
Località: Roma

Re: Una raccolta di libri di orologeria made in USSR

Messaggio da zvezda » 26 dic 2015, 18:46

Grazie Dani! Sì hai ragione, ho messo i post ma ho dimenticato di mettere i link. Rimedio subito:
- Horology Books from USSR, Part I: before 1968
- Horology Books from USSR, Part II: 1968 and beyond
Forse non saranno i nostri post più letti, ma chissà mai che possano aiutare qualche ricerca, anche dall'estero ;)
Anche per chi non ha tempo o voglia di leggerli, conoscere gli argomenti trattati può essere una spinta a guardare almeno le illustrazioni e gli esplosi. Inoltre ho cercato di mettere sempre vicini i termini russi e inglesi, per dare una mano a chi magari ha solo bisogno di tradurre un termine tecnico specifico.
Riguardo al libro che hai scaricato, il Weinberg, fu presentato su WUS l'anno scorso, suscitando una buona discussione: http://forums.watchuseek.com/f10/histor ... 29706.html

Avatar utente
mchap
moderatore
moderatore
Messaggi: 2607
Iscritto il: 12 mag 2015, 8:09

Re: Una raccolta di libri di orologeria made in USSR

Messaggio da mchap » 26 dic 2015, 19:33

Marco come ho già detto è un lavoro eccellente, era uno dei post di cui parlammo quando aprimmo il forum e meglio di così non si poteva fare, però perché non metterne una versione in italiano anche in questa sezione? in fin dei conti siamo un forum italiano e già molti fanno fatica a leggere i cataloghi in inglese :lol:

Due domande. Hai caricato i pdf sul forum, ma la possibilità dei pdf era solo per file piccoli? e come si fa caricarli?

Ora che mi ricordo, le domande sono tre :lol: Avrei "qualche" libro da aggiungere, alcuni sono anche edizioni diverse di quelli che hai messo in elenco (le differenze il più delle volte sono minime rispetto al testo ma sono interessanti perché cambiano gli orologi illustrati).
Come gestiamo queste aggiunte?

A proposito del Weinberg. Ti ricordi quando ci vedemmo la prima volta a Torrevecchia? ti accennai proprio ad un libricino di un americano che aveva lavorato alla fabbrica di Mosca (ne ho poi trovata un seconda copia :lol: e ho anche, in pdf, l'edizione tedesca, identica a quella in inglese).
Non ne ho mai parlato pubblicamente perché non sono riuscito a trovare alcuna informazione sull'autore né sulla sua sorte, in Unione Sovietica essere stranieri, per di più di origine tedesca e con tutta poobabilità ebreo, portava facilmente al GULAg. L'unica informazione che ho trovato non l'ho potuta verificare, se fosse vera Spielberg potrebbe farci un film :)

A proposito, l'edizione inglese è del 1933 (in 4500 copie), quella tedesca è del 1934 (5000 copie).

Non sono precisazioni bibliofile, le date sono importanti per comprendere il testo e per inquadrare l'autore.

Di Siegfried (o Sigfried) Weinberg non c'è traccia nelle cronache del partito comunista americano che pure negli anni '20 aveva un certa vivacità e nemmeno nelle ricostruzioni storiche successive.
La cosa è strana perché la storia di un comunista americano che va volontariamente in Unione Sovietica si prestava bene alla propaganda e infatti non mancano le informazioni su altri comunisti americani che scelsero di andarvi a lavorare.

Per contro è difficile conoscerli tutti. Solo recentemente e per un puro accidente è venuto fuori un altro nome, uno che ha lavorato ininterrottamente sin digli anni '30 in un altra fabbrica di orologi e vi è rimasto per decenni mettendo su famiglia con tanto di nipotini. Ma costui non ha mai pubblicato nulla e tanto meno in una collana "gestita" dai lavoratori stranieri, comunisti, in Unione Sovietica.

Quindi è più che possibile che Siegfried Weinberg sia veramente esistito, forse sotto un altro nome, forse.

Anche qui c'è altro da considerare, si tratta della natura della collana in cui è scritto il libro. Pura agiografia e propaganda come era nello stile dell'epoca, nondimeno si possono ricavare molte informazioni sia in quanto viene scritto esplicitamente come in quello che non viene detto.
Sono opuscoli comunque utili se letti nel modo giusto. Sono documenti e come tali vanno trattati.

Però è proprio strano che di Weinberg non si sappia nulla mentre sono facilmente reperibili informazioni su quasi tutti gli altri autori collegati titoli.
Sottolineo il quasi tutti.

Un altro fatto da considerare è che la comunità dei lavoratori stranieri a Mosca non era molto vasta. Non pochi sono scomparsi nelle purghe staliniane, ma le testimonianze coeve e quelle successive sono numerose. Ebbene non c'è traccia di un Weinberg nella memorialistica italiana e tedesca.
Non vuol dire molto ma va considerato.

Come è da considerare la possibilità che Weinberg sia stato fucilato o morto in qualche parte della Siberia. Sarebbe una buona ragione del perché non ne parlassero gli scampati, un po' meno per le testimonianze arrivate decenni dopo.

Insomma ci sono tante buone ragioni per dubitare sulla autenticità dell'opuscolo quante per accettarlo come veritiero.
Potrebbe essere un semplice lavoro redazionale in cui gli autori in copertina sono poco più che dei prestanome, molti di quei titoli lo sono.

Insomma, ho trovato interessante il Weinberg più per i misteri che ci sono attorno che per il contenuto :lol:
E l’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada (P. Neruda)

zvezda
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 1402
Iscritto il: 9 mag 2015, 22:44
Località: Roma

Re: Una raccolta di libri di orologeria made in USSR

Messaggio da zvezda » 26 dic 2015, 20:58

Grazie mille, gli apprezzamenti fanno sempre piacere!
Benissimo per le aggiunte, ti contatto in mp :D

Rispondi