La qualità tascabile

Oggettistica varia, dalle macchine fotografiche alle motociclette
Rispondi
Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 7031
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

La qualità tascabile

Messaggio da DaniLao » 7 lug 2019, 15:29

Cari Soci,

rieccomi per una puntata dell'appendice domenicale di CCCP-forum ;-)

Dopo aver parlato di sigilli utili ad uno scopo o all'altro resto sull'argomento o, comunque, mi discosto di poco con questo sotto

OTK 1.jpeg
OTK 1.jpeg (277.48 KiB) Visto 538 volte
Un manufatto piuttosto semplice quanto piacevole per forma e concezione, vi sarete certamente imbattuti nei suoi "segni" in quanto collezionisti di ammennicoli russovietici...

E dunque, il corpo -che a prima vista potrebbe sembrare solidale- si svita, in realtà, in due pezzi

OTK 2.jpeg
OTK 2.jpeg (324.03 KiB) Visto 538 volte
i quali, una volta separati, ci disvelano l'utilità del simpatico manufatto: è un timbro ;-)

Con il suo tampone imbevuto di inchiostro prêt-à-porter

OTK 3.jpeg
OTK 3.jpeg (263.52 KiB) Visto 538 volte
Da questa foto già dovreste arriconoscere qualcheccosa...
Tipo la sigla OTK, che sta per Отдел технического контроля ovvero "dipartimento di controllo qualità" e l'avrete incontrato su mille passport orologistici e/o fotografici provenienti dall'Unione Sovietica.

Non ci è dato sapere di che tipo di QC si trattasse e nemmeno a quale fabbrica si riferisca ma non è fondamentale, quantomeno sappiamo che l'operatore era il n. 3628

OTK 4.jpeg
OTK 4.jpeg (416.5 KiB) Visto 538 volte
E' fatto di ottima plastica, si chiude e sigilla perfettamente e non dubito che -una volta imbibito- il suo tampone possa compiere il proprio lavoro per decenni.
A mio parere -che però potrebbe essere di parte- è anche un oggetto esteticamente piacevole ;-)

Beh, niente di che, però è uno di quelli ammennicoli nei quali se ti imbatti a meno di 10€ devi solo ripeterti "resistance is futile" e far finta di crederci...
...poi una scusa per giustificarlo alla moglie la si trova facilmente... Del resto, è così minuto che in una tasca di jeans ce ne starebbero anche 3 o 4 :-P

Vabbé, salutatelo nell'ultima foto

OTK 5.jpeg
OTK 5.jpeg (458.38 KiB) Visto 538 volte
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

Avatar utente
Trash
senior
senior
Messaggi: 735
Iscritto il: 12 mar 2018, 23:04
Località: Lucca

Re: La qualità tascabile

Messaggio da Trash » 8 lug 2019, 21:24

Queste ve le avevo fatte vedere?? non mi ricordo...comunque eccole quà..
Allegati
IMG_20180605_174547.jpg
IMG_20180605_174547.jpg (256.28 KiB) Visto 519 volte
Walter
...adeguarsi, reagire e combattere....

Avatar utente
ale9191
senior
senior
Messaggi: 1222
Iscritto il: 20 dic 2017, 21:06
Località: Firenze

Re: La qualità tascabile

Messaggio da ale9191 » 9 lug 2019, 7:52

Bello Dani! A quando un macchinario per la stampa di rubli?

Avatar utente
DaniLao
moderatore
moderatore
Messaggi: 7031
Iscritto il: 12 mag 2015, 12:27
Località: Nella Piana Campigiana tra Prato e Firenze
Contatta:

La qualità tascabile

Messaggio da DaniLao » 9 lug 2019, 9:13

Te l’ho detto, appena siamo pronti ci dichiariamo Repubblica Socialista Sovietica e ci leviamo diversi pensieri ;-)

Trash, belle, meriterebbero topic e foto apposite.
Michele collezionava anche modelli di auto, ai tempi, pur se non mi pare fossero di quel tipo (aveva anche un sito, non sui modellini, sulle auto sovietiche, sempre se non ricordo male)
Quaestio subtilissima, utrum Chimera in vacuo bombinans possit comedere secundus intentiones, et fuit debatuta per decem hebdomadas in concilio Constantiensi

zvezda
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 1409
Iscritto il: 9 mag 2015, 22:44
Località: Roma

Re: La qualità tascabile

Messaggio da zvezda » 9 lug 2019, 14:57

DaniLao ha scritto:
7 lug 2019, 15:29
Non ci è dato sapere di che tipo di QC si trattasse e nemmeno a quale fabbrica si riferisca ma non è fondamentale, quantomeno sappiamo che l'operatore era il n. 3628
[...]
E' fatto di ottima plastica, si chiude e sigilla perfettamente e non dubito che -una volta imbibito- il suo tampone possa compiere il proprio lavoro per decenni.
A mio parere -che però potrebbe essere di parte- è anche un oggetto esteticamente piacevole ;-)
Bellino davvero, fa piacere vedere con cosa timbravano i passport. Se non ricordo male la numerazione era univoca e nominativa, avendo a disposizione i registri si potrebbe risalire all'identità dell'operatore 3628. Riguardo all'oggetto in sé, il colore e la porosità del materiale mi fanno pensare alla bachelite, un materiale più nobile della plastica comune. Non riesco a farmi un'idea esatta delle dimensioni. Come una moneta da due euro forse?

Rispondi